TRAGEDIA A NOCERA INFERIORE. STALKER UCCISO DAL RIVALE –

Già agli arresti domiciliari per stalking, il 43enne salernitano Fabrizio Senatore, evaso dai domiciliari, è morto, investito e schiacciato da un’autovettura, nella notte tra sabato e domenica a Nocera Inferiore proprio sotto casa dell’ex compagna, la donna che lo aveva denunciato per le continue molestie. Fabrizio Senatore è rimasto ucciso dalla vettura condotta da un 35enne di Nocera Superiore, Domenico Senatore, sorpreso sotto la casa della donna con la quale si accompagnava da un po’ di tempo. Ora Domenico Senatore, l’investitore, è sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di omicidio

volontario. Secondo una prima, sommaria ricostruzione dei fatti, sarebbe stato proprio il 43 enne salernitano Fabrizio ad aggredire il 30enne di Nocera Superiore, visto come un potenziale rivale in amore. Spinto dalla gelosia, da un amore malato, nella notte tra sabato e domenica il 43enne campionista salernitano è arrivato nel quartiere Cicalesi, notando la sua ex in compagnia di un altro. Come già aveva fatto in passato, l’ha spiata e poi, una volta che lei era rientrata in casa, si è diretto verso il rivale,Prima un acceso diverbio, poi il tragico epilogo con Domenico che rientrato in auto lo ha imvestito e schiacciato contro un muro. Camionista, padre di una figlia, Fabrizio Senatore aveva nel suo casellario diversi precedenti penali, dall’estorsione alla violenza privata, fino alla minaccia e alla resistenza a pubblico ufficiale. Poi lo stalking, l’accusa che ha determinato l’arresto ai domiciliari, in seguito alla denuncia della 37enne di Nocera che Fabrizio Senatore aveva maltrattata, picchiata e pedinata per almeno due anni.

 

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*