TUTTI I DUBBI DEL “MOVIMENTO” A SALERNO –

Se Sparta piange, Atene di certo non ride. Se il Centro destra ha le sue belle gatte da pelare, non avendo ancora individuato un metodo e soprattutto un nome da calare sul tavolo delle amministrative a Salerno nonostante le forti pressioni di Cirielli per Antonio Iannone, non se la passa di certo meglio il Movimento 5 stelle che, al netto del grande attivismo mediatico, le tante battaglie nel nome della legalità, sembra sempre più ostaggio del suo stesso meccanismo. L’exploit del giovane Dante Santoro, ex deluchiano, ha messo in crisi i grillini salernitani che avevano, invece, pensato all’avvocato Oreste Agosto quale candidato da presentare alle amministrative in programma a Salerno nella prossima primavera. Ed invece le procedure interne al movimento hanno consacrato Dante Santoro che da opportunità rischia di diventare problema per i grillini salernitani della prima ora. Polemiche interne, intestine? Il senatore Cioffi minimizza tutto e rilancia la sfida.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*