VACANZE 2020: TRA LE DESTINAZIONI PIÙ AMATE C’È ST. TROPEZ

Nell’era post Covid-19, gli habitué del turismo non rinunciano alla Costa Azzurra. Luogo indiscusso delle vacanze del jet set mondiale è St. Tropez, che proprio in questo periodo si prepara ad accogliere i primi vacanzieri. La cittadina ha infatti da poco dato il via all’estate 2020, la prima post pandemia, mettendo in campo tutte le norme anti contagio, per prevenire l’insorgenza di focolai.

In contemporanea, nel mese di giungo le principali compagnie hanno riattivato parte delle loro rotte da e per St. Tropez, registrando un traffico aereo destinato ad aumentare nelle prossime settimane. A crescere più velocemente, però, sono i dati sul ricorso all’aviazione privata, che nell’era post emergenza sanitaria rappresenta un beneficio non indifferente.

I jet privati per evitare assembramenti

In particolare, accanto all’utenza che abitualmente vola a St. Tropez su un jet a noleggio, di recente si è registrato un aumento di prenotazioni da parte di chi preferisce evitare le problematiche più comuni relative a un volo di linea, dove gli assembramenti, tra soste e attese, sono pressoché inevitabili.

Volare su un aereo privato, infatti, permette di azzerare tutti i contatti con viaggiatori sconosciuti: un vantaggio irrinunciabile, soprattutto se si prevede di volare verso destinazioni turistiche ricche di presenze come St. Tropez.

Inoltre, la tariffa di un aereo a noleggio, rispetto a un volo di linea, non rappresenta più un limite come in passato, soprattutto se si considera quanto costa volare in jet privato per le comitive o i piccoli gruppi, che possono suddividere e attutire la spesa usufruendo, allo stesso tempo, di un servizio veloce ed efficiente.

L’offerta turistica di St. Tropez

Viaggiare in tutta tranquillità significa atterrare a St. Tropez e lasciarsi trasportare dall’offerta turistica del luogo. In particolare, chi giunge in questo angolo di Costa Azzurra punta alla bellezza delle spiagge, tra le quali spiccano la spettacolare Plage des Salins o la Plage de Tahiti, ricca di servizi e per questo particolarmente gettonata dai turisti.

Naturalmente, il focus principale di una vacanza a St. Tropez è sempre il divertimento; proprio per questo, il villaggio consente di accedere a numerosi locali tra bar ristoranti e discoteche, la maggior parte dei quali aperta anche in orario notturno.

Per quanto riguarda invece il divertimento alla luce del sole, St. Tropez offre l’accesso a numerosissimi stabilimenti di sport acquatici o estremi, per effettuare escursioni in flyboard, in kayak e sulle moto d’acqua a noleggio, con percorsi guidati o in perfetta autonomia.

Chi preferisce, invece, godere delle bellezze naturali paesaggistiche in tutta calma, può optare per un’esplorazione in barca, che permette di visitare i luoghi più magici del golfo di Saint Tropez, con la possibilità di accedere a percorsi di degustazione enogastronomica.

Non solo mare: St. Tropez tra arte e cultura

L’offerta estiva di St. Tropez pensa proprio a tutti, e accanto alle spiagge da sogno e ai locali all’avanguardia, affianca l’esperienza di tour guidati alla scoperta della storia. Il villaggio ospita, infatti, numerose gallerie che permettono di esplorare il patrimonio culturale della costa, come il museo di storia marittima di St. Tropez, la Maison des Papillons, che raccoglie oltre 35.000 esemplari di farfalle, e lo Chateau de la Moutte, una tenuta dal fascino indiscusso, circondata da un parco botanico.

È anche per godere in tutta calma della varietà di questa offerta che molti turisti oggi scelgono di raggiungere St. Tropez su jet a noleggio e regalarsi una vacanza eccellente. Un aereo privato permette, infatti, di bypassare le lungaggini aeroportuali, ancora più critiche in questo momento, e di partire usufruendo di orari flessibili, viaggiando senza scali o attese e dimenticando ogni seccatura legata ai bagagli.

Piccoli e grandi oneri che inevitabilmente sono associati ai classici voli di linea e che in genere finiscono per minare la serenità dell’intero viaggio.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*