VENTURA RILANCIA I TITOLARI PER LA GARA CON LO SPEZIA

Per l’ultimo esame della stagione regolare, quello dal cui esito dipenderà l’ammissione ai playoff, Gian Piero Ventura avrà forze fresche su cui contare, anche se l’espressione va presa con beneficio di inventario in considerazione dell’insolita collocazione temporale e del feroce caldo di questi giorni. Comunque sia, contro lo Spezia il trainer granata potrà schierare calciatori che hanno riposato lunedì sera o che sono stati impiegati per uno scampolo di gara. E’ il caso dei due squalificati, Lopez e Kiyine, ma anche di Migliorini, Karo e Maistro, oltre a Micai, escluso perchè non apparso proprio sereno dopo la serataccia con l’Empoli ed ora in procinto di ritrovare una maglia da titolare per la gara più importante della stagione. Oltre a loro ci sono Djuric ed Akpa Akpro che al Nereo Rocco sono stati impiegati solo per pochi minuti. Non è detto che degli otto calciatori citati tutti vengano schierati dall’inizio, ma la possibilità di utilizzare elementi in qualche modo più freschi e riposati farà sicuramente gioco a Ventura che da tempo rimarca come ci siano nella rosa elementi che non possono giocare ogni tre giorni. A due giorni dalla partita con lo Spezia è già tempo di valutazioni e di scelte. La più delicata riguarda sicuramente la porta: Micai ha sbagliato in maniera evidente contro l’Empoli, ma era reduce da buone prestazioni ed il turno di riposo concessogli dovrebbe aver sortito effetti positivi sull’estremo mantovano. Di contro, Vannucchi si è ben comportato contro il Pordenone ed ha dato a Ventura la conferma di esserci. Il tecnico sa che tra i pali indecisione ed alternanza non sono mai foriere di buoni risultati, per cui la scelta non sarà senza conseguenze anche per l’immediato futuro. Micai dovrebbe essere di nuovo titolare e l’augurio è che non lo sia solo venerdì, ma anche nei playoff. In difesa Migliorini tornerà a guidare il reparto. Aya e Jaroszjsnki dovrebbero agire ai suoi lati. Il polacco è diffidato, ma non è possibile fare troppi calcoli perchè dalla gara con lo Spezia passa tutta la stagione. Sulle fasce ci sono, in teoria, due ballottaggi. Cicerelli ha speso tanto col Pordenone e sta giocando dalla trasferta di Ascoli senza soluzione di continuità. Ventura sa che i suoi cross potrebbero essere molto preziosi per le punte e, dunque, sarebbe propenso a confermarlo a patto che dia garanzie sul piano fisico. In caso contrario a destra giocherebbe Kiyine. Il marocchino è in corsa anche per la fascia sinistra o per un posto da mezz’ala, che dovrebbe, alla fine, essere il ruolo scelto per lui nel caso di conferma del 3-5-2 in cui Gondo e Djuric sarebbero le punte titolari. In mediana, invece, Akpa Akpro è certo di una maglia, per cui nella posizione di vertice basso ci sarebbe un ballottaggio tra Di Tacchio, che sta attraversando un gran momento di forma, e Dziczek, che a Trieste è stato schierato da interno ed ha fatto fatica lontano dalle zolle a lui più familiari. Anche nel caso di 4-2-3-1, Ventura schiererebbe solo uno tra il giovane polacco ed il più esperto centrocampista ex Avellino con Akpa sicuro di una maglia, Cicerelli a destra e Kiyine a sinistra e con l’opzione Maistro dietro la punta centrale. In difesa, a quel punto, Karo e Lopez potrebbero sbaragliare la concorrenza sugli esterni con Migliorini e Jaroszjnski coppia centrale. Condizione fisica e mentale dei singoli faranno pendere la bilancia per l’una o l’altra soluzione. Ventura sa bene che sarà importante avere l’approccio giusto alla gara e che ci vorrà pazienza perchè mai come in questo periodo dell’anno novanta minuti sono lunghissimi.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*