AEROPORTO, LA DECISIONE DEL TAR NON FRENA UN’ OPERA CHE RISPETTA L’AMBIENTE

Il Tar blocca i lavori all’aeroporto di Salerno ma la Gesac, la società di gestione dei servizi aeroportuali campani annuncia di far ricorso nelle sedi competenti per dimostrare la correttezza delle decisioni assunte dagli organi preposti. Il giorno dopo la decisione del Tar della Campania, sezione Salerno, che ha accolto il ricorso di un gruppo di cittadini residenti in una località limitrofa all’aeroporto di Salerno Pontecagnano, contro la compatibilità ambientale ed urbanistica dello scalo salernitano, sancite, rispettivamente dal decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 6 febbraio 2017 e dal decreto delle Infrastrutture e dei Trasporti del 19 dicembre 2018 anche il presidente di Confindustria e Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete, afferma che l’interesse personale di uno sparuto gruppo di persone, vince contro l’interesse comune.
Il consigliere regionale del M5S, Michele Cammarano in una nota si è dichiarato fiducioso che saranno adottare le misure adeguate”
“La decisione del Tar di Salerno, relativa alla valutazione di impatto ambientale prodotta del Ministero dei Trasporti sul Masterplan dell’aeroporto Costa d’Amalfi, non certo è la pietra tombale su un progetto di ampliamento di uno scalo destinato a fare da volano per l’economia dell’intera regione. Rispettiamo in pieno l’operato dei giudici e siamo fiduciosi che le prescrizioni addotte saranno risolte al più presto dai soggetti interessati, ma va comunque sottolineato che la censura dei giudici verte su una valutazione ambientale prodotta su un progetto non definitivo. Nelle more di un maggior dettaglio documentale, nessun giudizio definitivo né di merito è stato quindi prodotto sull’impatto ambientale del nuovo progetto. Gli stessi giudici stessi hanno inoltre confermato la compatibilità dell’opera con le prospettive di crescita del traffico aereo”. Lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano. “Siamo convinti che la realizzazione questa grande opera, fondamentale per lo sviluppo della Campania, avrà come priorità la tutela e la salvaguardia del ambiente e del nostro territorio”.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*