AKPA AKPRO ALLA LAZIO. UN BIGLIETTO DI SOLA ANDATA

Una buona notizia per il giocatore. Una plusvalenza per la Salernitana. Una perdita pesante per Castori. Akpa Akpro a breve firmerà un contratto con la Lazio. Il centrocampista franco ivoriano ha il contratto a scadenza con la Salernitana e non è stato neppure convocato per il raduno dal club granata. A quanto pare il giocatore è ancora in Francia con la famiglia e rientrerà domenica prossima. Ma soltanto per fare i bagagli e trasferirsi a Roma, sulla riva biancoceleste del Tevere. L’ex Tolosa infatti, tra i migliori centrocampisti della categoria nella stagione appena passata, sembra abbia convinto Inzaghi e Tare che intendono valutarlo nel ritiro delle aquile ad Auronzo di Cadore. In tal caso, Akpa non farebbe il percorso che hanno già fatto tanti tesserati della Lazio contrattualizzati dai biancocelesti e passati o ripassati in prestito alla Salernitana. La società, di fatto, ha già ufficializzato i rinnovi di molti dei laziali presenti in rosa l’anno scorso: in elenco, oltre a Cristiano Lombardi, figurano Cicerelli, Karo, Dziczek, Maistro e Gondo. Non c’è Sofian Kiyine che andrà in ritiro con la Lazio. Lombardi non è ancora pronto per allenarsi in gruppo, dopo l’infortunio rimediato un mese fa a Crotone, e si unirà ai compagni solo tra qualche giorno a Sarnano. Discorso simile per Jallow (comunque già a Salerno), Mantovani e Tiago Casasola (unico non nominato ancora dal club; virtualmente definito il suo ritorno, un anno dopo il turbolento addio).

  Dalla Lazio, dunque, torna in granata Tiago Casasola, difensore duttile che potrà essere impiegato sia da terzino puro sia da esterno di centrocampo. Dopo l’esperienza al Cosenza, Casasola riparte da Salerno dove era arrivato, dall’Alessandria, nel gennaio 2018. Come Castori anche il difensore argentino è un ex del Trapani. In Sicilia, nell’ormai lontano 2014-15, mosse i primi passi nel calcio professionistico l’allora giovanissimo Cristiano Lombardi, cui ieri la Salernitana ha rivolto dal proprio sito ufficiale gli auguri per i suoi venticinque anni che dovrebbero essere colorati di granata, visto che si va verso il rinnovo del prestito per l’ala di Viterbo, a segno in cinque occasioni nella scorsa stagione nella squadra allenata da Ventura.

In difesa il tecnico marchigiano vorrebbe puntare su Kastriot Dermaku del Parma, ma i ducali pare stiano tentennando. Copia-incolla per Curado del Genoa lo scorso anno a Crotone. Torna d’attualità Gyomber del Perugia. Più Buongiorno del Torino che Ranieri della Fiorentina per la corsia sinistra. Su quella fascia, per ora, ci sono Lopez e Curcio, ma non dispiacerebbe Salvatore Elia dell’Atalanta, mancino duttile e capace di giocare sia da esterno a tutta fascia sia in posizione più avanzata. Nella scorsa stagione, Elia è stato compagno di squadra alla Juve Stabia di Francesco Forte, attaccante, classe ’93, autore di diciassette centri con le vespe che, dopo averlo riscattato dal Beveren, puntano a fare cassa. La richiesta di un milione e mezzo di euro per il suo cartellino è faraonica.

La Salernitana dispone di una ampia serie di potenziali contropartite, dovendo trovare sistemazione a quei calciatori di rientro dai prestiti presso altri club: Orlando, Cernigoi, Volpicelli, Castiglia, Altobelli non rientrano nei piani granata, come Firenze che dovrebbe restare al Venezia. Per la prima linea occhi anche su un altro pupillo di Castori, Dalmonte, rientrato al Genoa dopo la parentesi a Trapani. A centrocampo è pronto al ritorno Moses Odjer, mentre salgono le quotazioni di Coulibaly dell’Udinese. Luperini del Trapani piace ma io siciliani hanno chiesto mezzo milione di euro per il cartellino del duttile centrocampista assistito da Giocondo Martorelli. Per il ruolo di esterno offensivo si seguono Di Gaudio, ora allo Spezia ma di proprietà del Verona, Kupisz, rientrato al Bari dal Trapani e Buonaiuto del Perugia.

 

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*