ARRESTO OUALI, VOLPE: “NON ESCLUDO UN FURTO D’IDENTITA'”

E’ divisa tra lo stupore e la paura la comunità di Bellizzi, dove sabato sera è stato arrestato l’algerino Djamal Eddin Ouali con l’accusa di aver fornito documenti contraffatti ai terroristi in azione a Bruxelles il 22 marzo scorso. ”Qui abbiamo circa 600 immigrati – dice il sindaco Domenico Volpe – sono integrati e non c’è mai stato nessun problema. Non escluderei l’ipotesi di un furto d’identità ai suoi danni”. L’amministrazione comunale comunque avvierà da domani un censimento degli immigrati e degli alloggi occupati. Il 50 per cento circa sarebbe illegale e vivrebbe in locali inidonei e senza contratto di locazione.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*