BLACK POWER: BOAKYE E NON SOLO

La Salernitana è attivissima sul mercato delle punte. Quelle esterne sopratutto. Torrente ha bisogno delle ali per volare e per schierare il suo 4-3-3. Il diesse Fabiani, che da venerdì prossimo sarà a Milano per le fasi conclusive della campagna trasferimento di gennaio, ha segnato sul taccuino alcuni giocatori che potrebbero fare al caso del club granata. Il primo è Richmond Boakye, 22enne attaccante jolly di proprietà dell’Atalanta, spedito a farsi le ossa in questa prima parte della stagione nel Roda in Eredivise, la massima serie olandese. Boakye è tornato alla società orobica, ma difficilmente troverà spazio in prima squadra e molto probabilmente sarà girato nuovamente altrove. L’attaccante ghanese piace e potrebbe essere più di un’alternativa a Gabionetta.

Stesso ruolo, diverso profilo per Gaston Camarà. Il giovanissimo giocatore della Guinea è un’ala pura, non ha ancora 20 anni ed è di proprietà del Bari che però non lo ha ancora fatto esordire in prima squadra. L’attaccante piace a Torrente, ma la Salernitana  rischia di farsi soffiare l’affare dal Modena che si è messo sulle sue tracce.

Claudio Lotito intanto continua la sua opera di convincimento per l’olandese Braafheid. Il terzino sinistro di colore nicchia, vorrebbe giocarsi le sue chance alla corte di Pioli e non digerisce il declassamento.

In uscita, invece, si sta provando a convincere Tuia per un prestito alla Paganese. Pestrin piace al Martina, ma il capitano chiede un anno e mezzo di contratto a cifre più alte di quelle che percepisce a Salerno. Con Troianiello si va verso al risoluzione dell’accordo. Pesano gli ingaggi di Trevisan e Sciaudone. Il primo fatica a trovare una squadra in lega Pro disposta ad accollarsi il suo oneroso contratto. Sciaudone ha mercato e potrebbe anche rientrare nell’affare Cocco come merce di scambio con il Pescara.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*