COPPA ITALIA, LA SALERNITANA SUPERA IL CATANZARO E TROVA IL LECCE

Nella prima gara ufficiale della stagione, la Salernitana batte 3-1 il Catanzaro che permette alla truppa di Ventura di accedere al terzo turno eliminatorio di Coppa Italia che si disputerà domenica prossima a Lecce.
Gara mai in discussione con i granata nettamente superiori alla compagine calabrese.

Il vantaggio arriva a metà della prima frazione di gioco. Su un tocco di Maistro, il giallorosso Signorini toccala il pallone con la mano e per l’arbitro è penlaty. Dal dischetto trasforma Kiyne. Il raddoppio arriva sul finire del tempo. Discesa sulla destra di Jallow che vede al centro Giannetti bravo in sforbiciata a trafiggere l’ex Adamonis. Giannetti è anche l’autore del 3-0. Akpa

Akpro, appena entrato, serve un assist al bacio per il centrocampista che con diagonale preciso sigla la doppietta personale. I granata si rilassanop e subiscono il gol del 3-1. Cross di Urso per Magni che di testa batte Micai. Gara che ha visto un netto miglioramento dei granata rispetto ai test amichevoli disputati. A farla da padrona il ritmo, l’intensità ed il pressing alto, vero credo del tecnico Ventura.

SALERNITANA – CATANZARO 3-1

Marcatori: 22′ pt Kiyine rig. (S), 45′ pt e 28′ st Giannetti (S), 34′ st Mangni (C).

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Billong, Jaroszynski; Lombardi (36′ st Cicerelli), Maistro (27′ st Akpa Akpro), Di Tacchio, Firenze, Kiyine (39′ Lopez); Giannetti, Jallow. A disp: Vannucchi, Carillo, Migliorini, Kalombo Morrone, Odjer, Djuric, Calaiò. All. Gian Piero Ventura

CATANZARO (3-4-3): Adamonis; Signorini (10′ st Pinna), Figliomeni, Martinelli; Celiento, Urso, De Risio (32′ Risolo), Casoli; Kanouté (17′ st Mangni), Nicastro, Di Livio. A disp: Mittica, Calì, Giannone, Riggio, Novello. All. Gaetano Auteri.

Arbitro: Luca Massimi di Termoli (Muto / Di Gioia). IV uomo: Mario Vigile di Cosenza.

Ammoniti: Urso (C), Kanouté (C), Karo (S), Pinna (C).

Note: terreno di gioco in buone condizioni. Presenti 5556 spettatori di cui 229 ospiti. Angoli: 1-5. Recupero: 3′ st.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*