COUNTDOWN MERCATO: GRANATA ALLA FINESTRA

Il rush finale. Il prestito di Djavan Anderson (’95), ma prima ancora le uscite. In mezzo le trattative per il giovane difensore Varga, l’ipotesi Dall’Oglio e la suggestione Deiola. Prima di tutto le cessioni però. Zito, Di Roberto e Cicerelli hanno fatto le valige. Occhio anche a Bocalon richiesto dal Padova e dalla Ternana (La Salernitana chiede un milione e 100mila euro per il suo cartellino). La trattativa per il centrocampista Antonio Vacca (’90), invece, sembra destinata a tramontare. Resta il sogno Ceravolo (’87) da oltre un milione di euro. Entrambi in uscita dal Parma.

Il management granata è riuscito a strappare il prestito dalla Lazio di Djavan Anderson che sembrava avere bene impressionato Inzaghi nella seconda parte del ritiro delle aquile. L’ex Bari era da tempo promesso sposo dei granata, ma con il passare del tempo si stava materializzando l’ipotesi di giocarsi le sue chance in riva al Tevere. Non sarà così: Anderson, infatti, passerà oggi in prestito secco alla Salernitana. L’operazione – di fatto – congela un paio di trattative imbastite e bene avviate per il difensore centrale. Sia Monaco (’92) del Perugia, sia lo svincolato Migliorini (’92) infatti sono stati messi in freezer. Con il primo non c’è intesa con il Grifo che chiede soldi (250mila euro per il suo cartellino) o contropartite tecniche. A Migliorini, invece, è stato proposto un biennale con opzione per il terzo anno a cifre irrisorie. L’arrivo di Anderson consentirebbe ad uno tra Casasola e Pucino di poter svolgere eventualmente anche il ruolo di difensore centrale. All’occorrenza.

Antonio Zito passa alla Casertana. L’ex irpino ha accettato il triennale (60mila euro a stagione escluso bonus che lieviterebbero in caso di promozione) e pare sia stato accontentato dalla Salernitana che ha accettato l’incentivo all’esodo riconoscendogli 80mila euro sul suo stipendio (che era di 200mila euro per la prossima stagione).

Nunzio Di Roberto si trasferisce armi e bagagli all’ambiziosa Juve Stabia di Ciro Ferrara. Da smussare la formula del trasferimento: il suo agente (Mario Giuffredi) spinge per un incentivo all’esodo. Emanuele Cicerelli passa in prestito al Foggia (riscatto e controriscatto) del suo mentore Grassadonia. I rossoneri inizialmente avevano proposto uno scambio (Gerbo), ma la Salernitana ha risposto picche. In bilico le posizioni di Bocalon e Odjer. Il primo è stato sondato anche dalla Ternana. Odjer ha estimatori in serie cadetta che riflettono sulla richiesta del club granata di 500mila euro per assicurarsi il mediano.

Soltanto nel caso in cui si sfoltisca ancora la rosa (in uscita tra gli altri anche Signorelli, Volpicelli, Kadi ed Urso, promesso alla Paganese), il management granata sferrerà l’assalto per un centrocampista di spessore. Che non sarà Antonio Vacca (l’Ascoli pare l’abbia spuntata). E chissà che all’ultima curva non possa registrarsi lo sprint per Fabio Ceravolo. Il bomber del Parma ha un ingaggio faraonico (750mila euro per altri due anni) e la Salernitana ci farebbe un pensierino soltanto dopo l’eventuale cessione di Bocalon. Stasera alle 20 il gong della fiera dei sogni.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*