EMERGENZA IDRICA: PROSPETTIVE POCO RASSICURANTI –

Il problema non sta tanto nella sospensione decisa anche per la zona occidentale dopo che i salernitani della zona orientale sono stati costretti a fare i conti con l’emergenza per un’estate intera, quanto nella prospettiva. Il provvedimento temporaneo ci può stare ed in fondo, sia pure tra mille mugugni, lo si accetta, ma è l’assoluta incertezza futura a creare le maggiori preoccupazioni. In previsione di temperature sempre più alte e di naturale siccità come si comporterà la Salerno Sistemi? Ecco allora che il problema andrebbe affrontato a monte, attraverso una massiccia ristrutturazione delle condotte ormai vetuste. Nel capoluogo così come su tutto il territorio provinciale esiste, infatti, una grave problema legato alla dispersione dell’acqua questo a causa di tubature vecchie, obsolete e malandate; si parla di centinaia di litri che vengono dispersi al secondo, uno spreco autentico che oggi, in considerazione della situazione, non ci si può più permettere. Intanto resta l’emergenza, i correttivi e la speranza che le condizioni meteo aiutino a bypassare le criticità.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*