EMERGENZE IN RITIRO: DA SERINO A BARONISSI

In pellegrinaggio su altri campi con l’infermeria costretta ai soliti straordinari. Anno nuovo, vita vecchia. La Salernitana da ieri è in ritiro a Serino, già si contano i primi acciaccati ed oggi si sposta sul sintetico del Figliolia di Baronissi. Ma andiamo con ordine. E’ subito allerta per il bollettino medico. Maurizio Lanzaro ed Umberto Eusepi ieri hanno alzato bandiera bianca. Noie muscolari per entrambi. Preoccupano maggiormente le condizioni di Lanzaro, vista soprattutto l’atavica  penuria di difensori centrali a disposizione di Torrente. Si sussurra di una ricaduta di vecchi problemi fisici per l’ex Juve Stabia. Il tutto naturalmente in vista del derby di Avellino al Partenio-Lombardi, alla ripresa del campionato. Anche Eusepi lamenta un affaticamento muscolare all’adduttore della coscia sinistra.

Oggi intanto la squadra è stata costretta gioco forza a trasferirsi altrove per la seconda giornata di lavoro dopo la sosta natalizia. Complici le condizioni non ottimali del campo dell’Hotel Serino, infatti, dove i granata sono in ritiro da martedì, hanno fatto storcere il muso a parecchi giocatori. Lo stesso Torrente ha chiesto ed ottenuto di potersi allenare altrove a causa del campo reso pesante dalle piogge che si sono abbattute nei giorni scorsi in Irpinia come in tutta la Campania. Non a caso, il gruppo alla ripresa ha svolto quasi interamente una seduta di lavoro atletica, senza mai o quasi mai toccare il pallone. L’impressione è che Torrente intenda concentrarsi sul nuovo spartito tattico in vista del derby. La Salernitana giocherà con il 5-3-2 nella tana del lupo.

Proprio per questo i granata da oggi si sono trasferiti a Baronissi. Una scelta obbligata. Una decisione forzata, visto che il campo del Figliolia è in erba sintetica e non riflette certo quello che i granata troveranno nel derby del Partenio sabato l’altro. Ma tant’è. Il gruppo dunque sarà costretto ad un piccolo trasferimento in navetta dall’Hotel Serino a Baronissi per gli allenamenti, andata e ritorno.

Alla rosa sono aggregati anche sei elementi della formazione Primavera di Savini. Per i baby, però, insieme al terzo portiere Ronchi non è previsto vitto e alloggio, riservato dal club granata soltanto agli elementi della prima squadra. I vari Apicella, Arcaleni, Cuomo, Di Fraia, Libertino, Proto ed il portierino Ronchi, dunque dovranno fare la spola tra Baronissi e Salerno.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*