FILE E “FAI DA TE”: SALERNO SI ADEGUA ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS

In attesa del vaccino, che non arriverà certo in tempi brevi, il distanziamento sociale ed il rispetto di tutte le disposizioni tese a prevenire il contagio da covid- 19 restano la chiave di volta per superare l’emergenza e consentire una lenta e graduale ripresa della vita di tutti i giorni. Proprio per questo, nella settimana di pasqua, ci sarà una stretta per i controlli. questa mattina abbiamo fatto il giro della città di Salerno dove la gente vive giornate strane, lunghe, anche difficili perchè restare in casa è un sacrificio indiscutibile, specie ora che la primavera avanza in tutta la sua bellezza. Tuttavia, stare a casa è l’unico modo per difendersi dal nemico invisibile e perfido, strisciante e sfuggente, al tempo stesso, che è il coronavirus. Persone in strada col cane, qualcuno in bicicletta, tanti con carrelli per la spesa da riempire solo dopo essersi sottoposto a file anche sfiancanti davanti ai supermercati e non solo. Proprio per evitare di restare troppo tempo all’aperto, laddove si creano quasi fatalmente assembramenti di persone che confluiscono nello stesso posto per la spesa o per acquistare farmaci o sbrigare altre commissioni, potrebbe essere più comodo e semplice aspettare le ore morte della giornata, ad esempio il primo pomeriggio, almeno per quei casi non urgenti. Le immagini girate questa mattina tra Mercatello, Pastena e Torrione confermano che i maggiori assembramenti si registrano nei pressi di supermercati e farmacie. Molto gettonati anche i negozi che vendono prodotti cosmetici. La chiusura di parrucchieri, barbieri ed estetisti è un problema oggettivo a cui un po’ tutti stanno cercando di ovviare con il fai da te.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*