GRANATA: BOMBE(R) SENZA BOTTO

Fuori i secondi: adesso tocca agli attaccanti. I picchiatori d’area di rigore, i bomber. La Salernitana aspetta i suoi cannonieri che finora, però, hanno dimostrato di avere le polveri bagnate. Non ci si può sempre aggrappare al talento ed alla classe di Gabionetta. Adesso ci si aspetta gli acuti dei vari Coda, Eusepi, Donnarumma, Troianiello. Eccezion fatta per quest’ultimo i primi tre sono ancora a bocca asciutta. Dopo quasi un mese di calcio giocato, con quattro partite di campioanto già in archivio e due di coppa Italia, Coda Eusepi e Donnarumma sono ancora fermi al palo. Nessun gol all’attivo, insomma. Eppure parliamo di bomber abituati ad avere una certa confidenza con il gol, l’esultanza e il boato degli stadi. Finora però tutto tace. Un silenzio assordante. Un’assenza in zona gol che rischia di farsi sentire. Il solo Troianiello ha messo il sigillo della sicurezza nel vittorioso derby con l’Avelino all’Arechi. Ma parliamo del match d’esordio. Parliamo di quasi un mese fa. Poi più nulla. Donnarumma si è limitato ad una splendida serpentina che ha dato il la proprio al sigillo di Troniello; Eusepi si è procurato ed ha fallito il penalty che poteva riaprire la gara con lo Spezia, mentre Coda si è divorato l’occasionissima al Rigamonti di Brescia che avrebbe chiuso il match, stendendo le rondinelle ed è stato murato martedì scorso all’Adriatico di Pescara. Numeri alla mano, gli attaccanti le loro occasioni le hanno avute. La squadra ha procurato più di una palla gol. Ma gli avanti granata si sono dimostrati un tantino arrugginiti. Eppure parliamo di gente che fino allo scorso anno ha fatto impazzire le difese avversarie. Donnarumma ed Eusepi sono stati i re dei bomber in lega pro, rispettivamente nel girone B e nel girone C, quello della Salernitana tanto per intenderci. L’ex Teramo ha messo a segno qualcosa come 23 reti distaccando di poco il suo compagno di squadra Lapadula; Eusepi con la maglia del Benevento ha timbrato per 18 volte il cartellino, vincendo il titolo di capocannoniere in condominio con Caturano. Massimo Coda, invece, nella passata stagione ha esordito in massima serie con il Parma, centrando per due volte il bersaglio prima di infortunarsi.

A voler dare retta ai numeri gli attaccanti hanno un feeling con il gol. Il problema potrebbe essere la categoria oppure una condizione fisica non ancora all’altezza. L’augurio naturalmente è che si tratti di quest’ultima ipotesi. Anche perchè sia Donnarumma sia Eusepi in serie cadetta hanno giocato poco e fatto male prima di salire sul trono dei bomber in lega Pro. Massimo Coda, invece, è al suo primo campionato cadetto. Discorso a parte per Troianiello. Il cursore napoletano deve soltanto rimettersi in forma dopo un paio di stagioni in naftalina perchè ha dimostrato di valere e tanto in serie B.

In attesa dei suoi bomber, Torrente si aggrappa al genio di Gabionetta. Il suo score è impressionante: 4 partite e quattro sigilli. Tutti determinanti per i 5 punti che si ritrova in graduatoria la Salernitana dopo quattro partite di campionato. Gabionetta non è mai partito così bene in campionato. Il brasiliano sta giocando sul dolore di un tallone galeotto, si è messo sulle spalle la squadra, ma avrebbe bisogno anche di una mano. Tocca a voi adesso bomber.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*