GREGUCCI PREPARA LA SFIDA ALL’EX BREDA

Sette punti di vantaggio su Venezia e Livorno sono un bottino da custodire gelosamente per la Salernitana che nei prossimi due incontri se la vedrà proprio con i labronici di Breda e con i lagunari di Cosmi e dell’ex Bocalon, ieri in gol contro il Palermo nel pari del Penzo che ha chiuso il turno di campionato. Dopo la sconfitta col Crotone, la Salernitana è rimasta dov’era. Persa l’occasione di accorciare su Perugia e Spezia, a loro volta caduti in casa, i granata hanno visto ridursi il vantaggio sulle squadre che lottano per non retrocedere. Insomma, nel finale di stagione la squadra di Gregucci dovrà decidere se provare la grande rimonta o se badare al sodo tenendosi a distanza di sicurezza dalla zona rossa. In un caso o nell’altro, la soluzione dell’arcano è semplice: saranno i risultati a stabilire cosa attenderà la Salernitana nel finale di stagione. La gara col Crotone poteva dare una spinta importante in ottica playoff ed è andata come si sa; quella col Livorno dovrà quanto meno sancire il non coinvolgimento dei granata nel discorso playout. Non si vogliono creare inutili allarmismi, ma il calendario propone due sfide cruciali perchè se la Salernitana dovesse fare bottino pieno, allora, forse, potrebbe ancora sperare nell’ottavo posto, ma se dovesse steccare ancora, rischierebbe di essere risucchiata da chi viene dalle retrovie. Gregucci, dunque, dovrà fare risultato in casa di Breda per evitare che la stagione prenda una brutta piega. Il tecnico ne è consapevole se è vero che, dopo la sconfitta col Crotone, aveva detto che dalla prossima gara si sarebbe cambiato registro. Un monito per la squadra che potrebbe anche celare l’idea di un cambio tattico col passaggio al 3-5-2 per dare più protezione ad una difesa che paga le tante assenze e il calo fisico di Migliorini. Per la gara di Livorno dovrebbe essere disponibile anche Bernardini, ex del confronto al pari di Perticone, che invece è ancora indisponibile. Pucino potrebbe ritrovare posto nel trio difensivo e favorire il ritorno sulla corsia destra di Casasola. In mediana potrebbe rivedersi Akpa, magari insieme ad Odjer e Di Tacchio. In avanti restano favoriti Jallow e Calaiò. Di sicuro, a Livorno la Salernitana troverà un avversario in grande salute e molto motivato. Sarà necessaria una prestazione di grande sostanza per portare a casa qualche punto ed evitare che la classifica diventi improvvisamente preoccupante.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*