JALLOW: SI INSERISCE L’HAJDUK SPALATO

Da mercoledì tutti a Milano per la prima settimana del calciomercato estivo. Nel capoluogo meneghino ci saranno agenti, procuratori, direttori sportivi ed anche il management granata. Nel lungo weekend si conta di stringere per Lamin Jallow. Il gambiano di proprietà del Chievo Verona è ancora in vacanza in madre patria, ma ha fatto sapere al suo procuratore (Gigi Sorrentino) di gradire un nuovo contratto se deve ancora cambiare aria. Lo scorso anno Jallow era a Cesena (11 gol per lui in bianconero), con i clivensi ha ancora due anni di contratto (con opzione per il terzo) a cifre modeste. Il suo cartellino è stato fissato a un milione e mezzo di euro. L’operazione potrebbe andare in porto grazie all’intervento della Lazio. Il gambiano spinge per un triennale (circa 250mila euro a stagione). Su di lui, però,  si registra l’interessamento del glorioso Hajduk Spalato che vorrebbe rilevarlo in prestito. Jallow e non solo. Il sogno è sempre quello di arrivare a Felipe Avenatti. In questo caso i problemi sono due: il primo è vincere la reticenza dell’uruguagio a scendere di categoria. Il secondo è di natura economica: Avenatti ha un ingaggio di 550mila euro a stagione.

A centrocampo, invece, salta Castiglia e si insiste su Di Tacchio. Il mediano ha tre anni ancora di contratto con l’Avellino che apparentemente lo considera incedibile. Facile immaginare che gli irpini si aspettino un riconoscimento… economico. Di Tacchio è assistito da Mario Giuffredi che sta provando a piazzare Signorelli (altro elemento della sua scuderia) altrove. Non è escluso si possa immaginare uno scambio. Intanto il club granata dovrebbe annunciare i primi innesti. Mazzarani, Palumbo, Sansone, Valente, Volpicelli, Bellomo sono virtualmente granata da giorni e così Orlando: alcuni saranno valutati in ritiro da Colantuono e potrebbero essere anche utilizzati come pedine di scambio. Con il Chievo Verona la Salernitana ha parlato anche di Floro Flores, che Colantuono ha allenato al Bari, e del difensore Valjent. Per la retroguardia resta vigile l’attenzione su Gyomber della Roma. Blanchard non convince Colantuono, ma resta sul taccuino anche perché il Carpi sarebbe disposto ad agevolarne l’uscita dall’ultimo anno di contratto (a cifre faraoniche). Il Lecce è tornato a farsi vivo per Vitale, la cui cessione potrebbe essere accompagnata dalla partenza (magari in prestito) di Popescu (Catania). Sulla fascia sinistra Gagliolo del Parma è la prima scelta, piacciono pure Mignanelli e Brivio. Bloccato Mastalli della Juve Stabia, restano sul taccuino Agazzi, tornato all’Atalanta dopo l’esperienza al Foggia, e Deli, in forza proprio ai satanelli.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*