LA SALERNITANA GIOCA A ORA DI PRANZO LE PRIME DUE DI B

Stabilite date e orari, anticipi e posticipi delle prime due giornate del campionato cadetto. I granata esordiranno all’Arechi sabato 26 settembre contro la Reggina alle 14 in punto. La settimana successiva, invece, il 3 ottobre – sempre di sabato – la truppa di Castori sarà di scena al Bentegodi di Verona contro il Chievo per la seconda giornata. In questo caso il fischio d’inizio è fissato alle 14:15. Il match contro i gialloblu sarà trasmesso in diretta tv dalla Rai in chiaro e rappresenterà l’ultima gara dei granata col mercato ancora aperto, visto che il gong della campagna trasferimenti suonerà alle 20 del lunedì successivo, il 5 ottobre.

 

La Lega B ha optato per orari diversi dal solito per due motivi: le porte chiuse che consentono di “ignorare” le comodità per il pubblico e, soprattutto, le esigenze televisive. In accordo con i media esclusivisti nazionali, i presidenti dei club cadetti hanno infatti stabilito uno smarcamento rispetto alle partite della massima serie: Dazn per una programmazione più assortita, la Rai per garantire in tempo i gol in chiaro con 90° minuto al sabato.

Sarà Monza-Spal la prima gara del torneo con l’open day di venerdì 25 in notturna. Per ora, la B rinuncia ai posticipi del lunedì e concentra quasi tutte le partite al sabato, con due soli match domenicali (alle 15 e alle 21). A proposito di date: tra sei giorni la Salernitana conoscerà l’avversaria in Coppa Italia del secondo turno, previsto per mercoledì 30 settembre, con il risultato della sfida tra SudTirol e Sassari Latte Dolce (martedì 22 settembre ore 14:30, neutro Salò). I rappresentanti dei club cadetti si connetteranno domattina per l’assemblea di Lega B. Appuntamento in videoconferenza alle 10:30 per definire – tra le altre cose – tempi e modalità di svolgimento dei playoff e playout e ratificare la conferma delle cinque sostituzioni a partita, secondo le modalità della ripresa post lockdown.

 

In attesa del calcio d’inizio, ma soprattutto dei rinforzi per una Salernitana che ha voragini in tutti i reparti e diversi elementi con la valigia in mano, la Salernitana tasta i progressi con il Trastevere, militante in Serie D. A stretto giro di posta dovrebbe finalmente rivedersi all’opera anche Valerio Mantovani. Il difensore, già inattivo da oltre un anno per infortunio e i postumi di un intervento chirurgico al gluteo, fu costretto a rinunciare alla convocazione per il raduno del 20 agosto scorso: era entrato in contatto con due amici positivi al Covid in vacanza e l’Asl di Roma, dove risiede, gli prescrisse l’isolamento fiduciario. Dopo quasi un mese e diversi tamponi effettuati, Mantovani ha finalmente trovato l’esito negativo, ottenendo il nulla osta per rientrare al lavoro. Dovrà sostenere ora la visita medica di rito, per poi tornare ad allenarsi (a parte).

 

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*