LA SALERNITANA PREPARA IL RISCATTO ALL’ARECHI

Alla prima sconfitta in trasferta, giunta dopo ben tre vittorie di fila, non si può che replicare con il ritorno al successo tra le mura amiche. L’Arechi aspetta una gioia da tre punti, svanita al novantacinquesimo contro il Frosinone. In casa la Salernitana ha vinto solo all’esordio, contro il Pescara, e la sfida di sabato con il Perugia, reduce dal ko di Benevento, dovrà essere l’occasione per interrompere il digiuno casalingo. Per restare nelle zone alte della classifica, infatti, non si può derogare da un rendimento interno solido, concreto. Servono punti tra le mura amiche perchè in trasferta non si può pensare di vincere sempre e comunque. I nove punti in quattro gare fuori casa sono un bottino di tutto rispetto, ma in casa si deve migliorare. Aspetti tecnici e mentali possono incidere perchè, da un lato, giocare tra le mura amiche obbliga quasi la squadra di Ventura a fare la partita a prescindere e, dall’altro, per una formazione molto giovane la voglia di regalare una vittoria ai propri tifosi può trasformarsi in una sorta di ansia da risultato che può giocare brutti scherzi. Ventura sta lavorando a tuttotondo sulla squadra, ben consapevole dei limiti attuali, ma anche convinto delle potenzialità che non ha ancora espresso del tutto. Di sicuro, per vincere in casa, occorre avere tanta qualità nella gestione della palla e la mancanza di un vero metronomo, di un uomo in grado di dettare i tempi e di variare le trame di gioco, pesa in casa più che in trasferta dove, a volte, si beneficia di spazi maggiori. La Salernitana comincia a sviluppare l’azione con i difensori, ma ha nelle accelerazioni dei suoi esterni il tema portante della sua manovra, ma un conto è avere in campo Kiyine e Cicerelli (o Lombardi), un conto è avere in campo Lopez, un terzino puro, che ha la corsa ma non l’inventiva dalla sua e che non può ricevere palla da fermo per poi puntare l’uomo. Ed ancora. In casa, a volte, può capitare di avere di fronte difese arcigne, chiuse a riccio, ed in quel caso serve in area di rigore un attaccante che sia una sorta di cecchino. Non ancora attrezzato per fare miracoli, Ventura confida nell’esplosione di Dziczek e nella crescita delle punte che ha a disposizione per dare ancora più risalto e valore al lavoro fin qui svolto sul e con il suo gruppo. Sabato, poi, l’Arechi sarà un teatro di gara ancor più ricco di significato per la presenza di tanti giovani che contribuiranno a mantenere vivo il ricordo di Melissa e di Antonio, due tifosi strappati troppo presto alla vita ed alla loro passione per i colori granata. Salerno non dimentica e si prepara ad una giornata speciale, di ricordo e commozione.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Nicola Roberto

1891 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO