LA SALERNITANA RIPARTE DALLA DIFESA

Si riparte dalla difesa. In casa granata è questo il reparto che annovera più calciatori sotto contratto e nel quale potrebbero esserci meno innesti. Non è stata impenetrabile, a tratti ha sofferto tanto, eppure la retroguardia granata è, al momento, il reparto in cui la Salernitana è più coperta dal punto di vista numerico. In verità, già a gennaio Colantuono ha ottenuto un rinforzo grazie all’ingaggio dell’argentino Casasola dall’Alessandria. L’ex Trapani è stato impiegato da centrale nella difesa a tre e poi ha ottenuto la licenza di spingere sulla corsia destra dove è diventato titolare indiscusso anche perché Pucino è stato spostato a sinistra e, successivamente, ha dovuto mordere il freno per un infortunio muscolare. Per la prossima stagione, dunque, la Salernitana ha già in rosa due terzini destri, Casasola e Pucino. Anche per quanto concerne la batteria di difensori centrali Colantuono ha già diverse opzioni visto che Bernardini ha rinnovato il contratto ed anche Schiavi e Mantovani sono legati da vincoli pluriennali. Al centro, perso Tuia, che s’è accordato col Benevento essendo giunto al termine del contratto con la Salernitana e non avendo trovato l’accordo per il rinnovo, Colantuono attende qualche rinforzo. Da anni la Salernitana non ha in rosa un difensore centrale mancino e chissà che nella sessione estiva del mercato il diesse Fabiani non riesca a colmare questa lacuna. Il tecnico romando gradirebbe Gyomber, che è destro di piede, mentre sono sinistri sia Ingrosso del Pisa sia Pellizzer, in regime di svincolo dalla Virtus Entella, che ha chiuso la stagione con la retrocessione in serie C dopo i playout disputati con l’Ascoli. Un mancino servirebbe, ma il mercato non sempre va nella direzione auspicata o più logica. A sinistra, almeno sulla carta, la coppia è già formata con Vitale e Popescu. Entrambi, però, potrebbero partire ed allora sulla fascia mancina il casting è già iniziato da tempo. Qualcosa arriverà senza dimenticare la soluzione interna rappresentata dal trasloco dalla fascia destra a quella sinistra di Pucino, soluzione che ha pagato durante la scorsa stagione e che, almeno in caso di necessità, potrebbe essere riproposta. Resta vuota la porta. Russo è sotto contratto, ma si cercano il titolare ed anche il suo vice. Colantuono avrebbe voluto Radunovic ed attende di avere notizie precise sul futuro del portiere serbo. Le alternative – da Frattali a Belec – non mancano.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*