LE NUOVE SFIDE DI CARFAGNA E CALDORO

“Inserendo De Luca nella lista degli impresentabili, la Bindi ha scatenato un sentimento di orgoglio. I salernitani non hanno accettato che a De Luca, sindaco per venti anni, venisse affibbiata l’etichetta di impresentabile”. La lettura, condivisa largamente nel centro-destra è dell’onorevole Mara carfagna che a freddo ha commentato l’esito del voto non risparmiando un’autocritica. “Il nostro limite – ha detto – è quello di non aver saputo interpretare fino in fondo il grido di dolore che si è alzato nel Sud e in Campania per una crisi che dura da troppo tempo”. Intanto, smaltita la legittima rabbia per la sconfitta, Stefano caldoro ha alzato l’asticella, immaginando per se una nuova ed avvincente sfida. L’ex Governatore della campania è intervenuto bnel vivace dibattito del centro-destra, lanciando la sua sfida a salvini in un’ipotetica battaglia alle primarie del centro-destra. “Credo che lui possa aspirare a una leadership al Nord, non certo al Sud” ha detto Stefano Caldoro “perchè – ha aggiunto – alle primarie vince il candidato che rappresenta la Nazione, non chi rappresenta un pezzo. Io – conclude l’ex governatore – penso di poter rappresentare un Sud più inserito nel sistema nazionale. Comunque sia, la battaglia al Sud non la lascio ad altri”.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*