CONTRO IL LIVORNO SPAZIO AL TURN OVER

Archiviata la pratica Scida la Salernitana può ben dire di aver affrontato tutte, o quasi, le big del campionato. Vero, mancano all’appello Pescara e Cittadella, ma il più sembra ormai alle spalle e con un buon bottino di punti in cascina. Dovrebbe cominciare ora la fase discendente del calendario. Si parte mercoledì sera, contro il Livorno e poi, in successione, Venezia, Spezia prima della sosta, poi Cittadella, Brescia, Carpi, Foggia, Cosenza e la capolista Pescara, prima di tirare la linea e ripartire col girone di ritorno. Contro il Livorno probabile un ampio turn over. La Salernitana è tornata da Crotone, incerottata e affaticata, tra infortuni muscolari e stanchezza. Colantuono avrà una bella gatta da pelare. Akpa Akpro è ancora fuori, Odjer è uscito per una contrattura e Mazzarani ha praticamente giocato da fermo gli ultimi minuti di match fermato dai crampi. Impiego certo per Castiglia e Di Tacchio, ma occhio a Di Gennaro e soprattutto Palumbo. Probabile un turno di riposo per Casasola che potrebbe lasciare il posto a Djavan Anderson che scalpita e potrebbe giocare dal primo minuto. In difesa Mantovani pottrebbe essere avvicendato da Pucino che non gioca dall’ultimo infrasettimanale con l’Ascoli, Migliorini e Gigliotti saranno regolarmente in campo. In attacco Bocalon è la certezza, Jallow e Djuric si giocheranno una maglia.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*