LOTITO CHIAMA CERCI PER CHIUDERE, PRONTE DIVERSE CESSIONI

Alessio Cerci e la Salernitana sono alla stretta finale. L’agente del calciatore, volato in Turchia, forse anche per risolvere le vecchie pendenze con il club con cui l’ex Toro ha giocato nella scorsa stagione, sta tenendo vivi i contatti con Claudio Lotito, deciso ad annunciare la chiusura della trattativa nelle prossime ore anche per dare un segnale alla piazza. Lanciata la campagna abbonamenti, la società granata spera in una buona affluenza anche in occasione del triangolare. Due anni con opzione potrebbe essere la formula magica per chiudere il cerchio e riportare Cerci alla corte di Ventura dopo le due positive esperienze di Pisa e Torino. In attacco la Salernitana vorrebbe provare a fare anche altro, ma un ulteriore innesto è legato alle uscite. Jallow è sempre nei pensieri dell’Hajduk Spalato, Calaiò è stato accostato alla Juve Stabia che ha un canale privilegiato con Lotito dopo l’operazione Di Gennaro. Con la partenza di uno degli attaccanti ora in organico, la Salernitana potrebbe pensare di scendere in pista nel valzer delle punte che animerà le calde notti di agosto. Intanto, il club granata prova a liberare spazio in rosa e nel monte ingaggi. Gigliotti s’è accordato col Crotone, Orlando si è presentato alla Sambenedettese, Castiglia ha scelto l’Alessandria, mentre Altobelli e Signorelli potrebbero salutare a breve, come Schiavi, d’accordo da tempo col Cosenza. In uscita anche Rosina che non ha ancora trovato l’intesa per la buonuscita. Sempre più concreta la possibilità che Pucino lasci la Salernitana. Su di lui c’è lo Spezia che propone De Col, pari ruolo e, soprattutto, assistito dallo stesso procuratore di Pucino, quel Tullio Tinti che da tempo sta proponendo anche un altro laterale destro, Zampano, ed attende lumi su Bianchetti e Greco. Col Genoa c’è l’intesa per il mancino polacco Jaroszjsnki, che deve dare il suo ok al trasferimento. Resta in piedi anche l’ipotesi di una partenza di Vannucchi per far posto ad un portiere under come vice Micai.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*