MARATONA GRANATA. CON IL LIVORNO SI TORNA AL PASSATO

Vietato sbagliare contro la cenerentola Livorno. Ventura spera di recuperare Emanuele Cicerelli che sta provando a superare la contusione rimediata al ginocchio della gamba destra subita lunedì sera. Il trainer granata si augura di riaverlo a disposizione e a pieno servizio in tempi brevissimi. La sensazione è che il ritorno al 3-5-2 sia abbastanza scontato. Quasi inevitabile viste la squalifica di Akpa l’infortunio di Lombardi e le non perfette condizioni di Cicerelli. In difesa, davanti a Micai, agiranno Aya, Migliorini e Jaroszynski. A centrocampo Kiyine è l’unico ad avere i numeri del jolly e sarà dirottato sulla destra con Cicerelli (oppure uno tra Lopez e Curcio se l’ex Foggia non ce la fa) dalla parte opposta. Maistro agirà come mezzala destra con Dziczek al centro e Di Tacchio sul fronte sinistro. In attacco Djuric con uno tra Gondo e Jallow. Oltre allo spartito tattico per il tecnico sembra essere arrivato concretamente il momento del turnover. Le recenti defezioni non hanno fatto altro che accelerare un processo che in questo 2020, nonostante le parole di rito dello stesso Ventura specie dopo la gara con il Trapani, non è ancora cominciato. Nelle prime cinque partite disputate da gennaio scorso ad oggi sono infatti appena 14 i calciatori alternati da Ventura nell’undici iniziale: Micai, Migliorini, Jarozsynski, Akpa Akpro e Dziczek e Djuric sono i sei a non aver saltato neppure un minuto. A quanto pare, d’ora in avanti le cose potrebbero iniziare cambiare. Per forza. Anche perchè ad aprile quando leggerà la classifica Ventura vorrà vedere la sua Salernitana più in alto possibile. La Salernitana si prepara ad un vero tour de force. Nei prossimi 20 giorni la squadra granata scenderà in campo per ben 5 volte. Una maratona che potrebbe dire tanto sul futuro dell’ippocampo. In palio ci saranno 15 punti e quel secondo posto tornato ad allontanarsi leggermente dopo il passo falso del Bentegodi contro il Chievo Verona. Ma se il ko con i clivensi è ormai passato agli archivi, si spera come semplice incidente di percorso, le prossime 5 giornate saranno il futuro su cui costruire possibili certezze. Adesso è arrivato il momento di provare a diventare finalmente grandi. Prima toccherà sfidare domenica pomeriggio alle 15:00 il fanalino di coda Livorno dell’ex Roberto Breda, poi ci sarà da fare i conti con la trasferta di Frosinone in programma sabato 29 alle 18:00 che chiuderà il mese di febbraio. Subito dopo il turno infrasettimanale all’Arechi contro il Venezia di un altro ex, ma molto più recente come Marco Firenze. Sabato 7 marzo invece sarà la volta della trasferta di Perugia contro la squadra allenata da Serse Cosmi ed infine venerdì 13 primo posticipo stagionale per la Salernitana che sfiderà davanti al proprio pubblico il Pisa in notturna.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*