MERCATO: SALAMON E MONCINI I PRIMI NOMI SUL TACCUINO

Un difensore prima ancora di un attaccante. Entrambi servono come il pane per rinforzare la rosa a disposizione di Gian Piero Ventura. Il tecnico non lo dice apertamente, ma si aspetta rinforzi per dar seguito al progetto portato avanti in estate. La piazza li chiede a gran voce e la proprietà nella sessione invernale del calcio mercato dovrà dare delle risposte concrete alle tante parole spese in questi anni di… “assestamento”  in serie cadetta. Chiuso il girone di andata del campionato cadetto prende il via la sessione invernale del mercato di riparazione. Da giovedì prossimo a Milano sarà possibile acquistare e cedere giocatori fino al 31 gennaio prossimo, con il gong che suonerà alle ore 20 nelle sale dell’Hotel Melia del capoluogo meneghino. La Salernitana ha cambiato le sue priorità sul mercato. La punta, ma non solo. In attesa di definire la posizione di Alessio Cerci (il club granata non ha ancora sciolto la riserva sul tipo di provvedimento disciplinare da comminargli tra una multa salatissima o la richiesta di una rescissione) si aspetta il via libera di Simone Inzaghi per arrivare ad Andrè Anderson. Il brasiliano è già stato a Salerno, è stato espressamente richiesto da Ventura e a Roma ha trovato pochissimo spazio con la Lazio. Inzaghi e Tare, però, continuano a spingere per avere subito Sofian Kiyine in riva al Tevere. Il marocchino, però, pare voglia comunque finire la stagione in granata, per poi eventualmente e giustamente spiccare il salto definitivo verso la massima serie. Sempre sponda Lazio si ipotizza uno scambio tra Jallow e Adekanye. Il primo sarebbe ben lieto di accasarsi alla corte di Inzaghi complice anche un rapporto oramai incrinatosi a Salerno. Discorso diametralmente opposto per il giovane nigeriano (classe ’99) che non sembra affatto entusiasta del declassamento in cadetteria. Per l’attacco si segue con attenzione la posizione di Gabriele Moncini (’96) della Spal. L’attaccante, a Ferrara in massima serie ha raccolto soltanto pochi scampoli di partita e potrebbe nuovamente scendere di categoria (come fece lo scorso anno in quel di Cittadella) per trovare continuità di impiego e ritrovare la gioia del gol. Prima ancora dell’attaccante però, come detto, il club granata proverà a puntellare la difesa. Il pacchetto arretrato granata, infatti, si è rivelato una fragile gruviera. Il diggì Fabiani ha sondato il giovane e polivalente Cristian Dell’Orco (’93) del Lecce, ma di proprietà del Sassuolo. Occhio anche alle piste polacche. Piace il difensore Bartosz Salamon (’91) della Spal. Il lungagnone polacco non ha mai trovato spazio nel club estense quest’anno alla corte di Semplici, sebbene abbia già una buona esperienza in massima serie con le maglie di Frosinone, Cagliari e della stessa Spal. In uscita, invece, saranno fatte delle valutazioni su Billong e si aspetta Heurtaux sul fronte difensivo. Hanno praticamente già le valige pronte il centrocampista Firenze e l’attaccante Cerci. La Salernitana si ritroverà nel pomeriggio di mercoledì otto gennaio per riprendere a lavorare in vista della ripresa del campionato in programma domenica 19 gennaio a Pescara. All’Adriatico non ci saranno per squalifica Karo, Di Tacchio e Kiyine.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*