MERCATO TRA RINNOVI E RITORNI DI FIAMMA

Rosa ridotta a 18 over, due giocatori bandiera ed un numero illimitato di under. Sono questi i paletti fissati dalla Lega di Serie B per l’allestimento degli organici. Di conseguenza, anche il mercato della Salernitana sarà improntato al rispetto di queste indicazioni. Il club granata ha diversi calciatori sotto contratto anche per la prossima stagione. Colombo, Lanzaro e Trevisan in difesa, mentre Bocchetti ha un altro anno di contratto ma è in prestito dalla Paganese con cui a gennaio fu fissato un obbligo morale in merito al riscatto del cartellino del difensore. In mediana Moro ha un contratto fino al 2017, Bovo e Favasuli sono sì a scadenza, ma hanno contratti che prevedevano il rinnovo in caso di promozione. Di proprietà è il giovane Tagliavacche che potrebbe essere girato in prestito. Pestrin è in scadenza, ma potrebbe rinnovare specie se ci sarà la possibilità di includerlo nella lista dei calciatori bandiera. Nalini, Calile Perrulli sono sotto contratto per quanto riguarda l’attacco, Negro è in prestito dal Latina ma attende la conferma come Gabionetta, il cui cartellino è di proprietà del Parma. Cristea è a scadenza, ma ha una promessa di rinnovo. Rinnovo in arrivo per il portiere Gori, mentre il suo vice, Russo, tornerà al Parma per fine prestito. Tratta da tempo il rinnovo Tuia, mentre l’altro prodotto del vivaio laziale, Mendicino, è in attesa di notizie. Difficile che resti in granata anche perchè Fabiani non vuole colmare troppe caselle della lista degli over. Il diesse granata è pronto a sfruttare le possibili occasioni che offrirà il mercato. Una porta dritto a Raffaele Palladino, che a fine stagione potrebbe liberarsi dal Parma. L’attaccane napoletano è molto legato alla piazza di Salerno e potrebbe rappresentare un colpo in stile Di Napoli, fiore all’occhiello della campagna acquisti condotta da Fabiani nel 2007. Per il centrocampo torna d’attualità la pista Rizzo, ora al Perugia ma ancora di proprietà della Reggina, club che non naviga in buone acque e che, nel caso in cui fosse confermata anche dai tribunali sportivi la retrocessione in D, perderebbe qualsiasi diritto sui cartellini dei giocatori di sua proprietà. Capitolo prolungamenti. Nalini aspetta da tempo un adeguamento del contratto, ma la trattativa non si è ancora sbloccata. Il veneto ha un altro anno di contratto proprio come Calil che attende la chiamata del club per allungare almeno di un anno il vincolo.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*