PARRUCCHIERI ED ESTETISTE: LOTTA AGLI ABUSIVI

Il giorno dopo l’ordinanza con la quale il presidente Vincenzo De Luca ha chiuso in Campania ed anche in provincia di Salerno le attività di barbieri, parrucchieri ed estetiste, anticipando solo di ventiquattr’ore quanto deciso dal governo nazionale, la categoria rappresentata dalla Cna di Salerno ha innalzato il suo muro contro l’abusivismo nel settore artigianale del benessere e della bellezza. Il rischio è che con le attività chiuse, a tutela della salute di clienti, dipendenti e titolari, ci sia comunque chi scelga di servirsi dell’abusivo di turno, vanificando lo sforzo collettivo di contenere il contagio con misure drastiche come la serrata. La locandina, a firma del presidente provinciale Acconciatori Massimo Selce, la presidente delle Estetiste, Loretta Capaccio ed il presidente regionale di Benessere e Sanità Cna, Sergio Casola, che diffida tutti i cittadini da fare ricorso ad attività abusive, in poche ore di pubblicazione sul web è diventata virale. “Da sempre uno dei punti principali dell’azione che ha guidato l’associazione che rappresenta l’artigianato in provincia di Salerno, la lotta a chi pratica a nero queste attività va ribadita in occasioni come queste perché è a rischio la salute di tutti.” In questo momento più che mai – ha ribadito Massimo Selce, presidente degli Acconciatori Cna Salerno- è pericoloso rivolgersi a chi opera in maniera sommersa senza il rispetto delle norme igienico sanitarie”. Ma serve anche chi vigili sull’abusivismo. “Alle forze dell’ordine, già in strada per monitorare gli spostamenti – ha chiesto il presidente regionale Benessere e Sanità, Sergio Casola – chiediamo controlli a tappeto e pene severe per chi non solo opera non in regola, ma sta mettendo a rischio l’incolumità nazionale”. Infine, un messaggio ben augurante “Restiamo tutti a casa- è l’invito della presidente delle Estetiste, Loretta Capaccio- andrà tutto bene”.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*