PENSIONI, DOMANI SIT-IN A SALERNO

Rivalutazione delle pensioni, domani martedì 9 giugno, dalle 10 alle 11, sit-in dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil provinciali in piazza Amendola, a Salerno, per ribadire al Governo l’esigenza di un confronto articolato in merito alle decisioni assunte a seguito della Sentenza della Corte Costituzionale sul blocco dell’indicizzazione delle pensioni, di importo sopra 3 volte il minimo, negli anni 2012-2013, ma anche per chiedere di affrontare le rivendicazioni della piattaforma unitaria nazionale che puntano ad affermare, per i pensionati e per i cittadini di ogni età, diritti, equità e giustizia sociale.Ad annunciare l’iniziativa è Giovanni Dell’Isola, segretario generale della Fnp Salerno. “Come Cisl salernitana abbiamo già risposto alle sollecitazioni pervenute e, dunque, in linea con la Cisl nazionale, ci siamo attivati per offrire ai pensionati del territorio, che nel biennio 2012/2013 erano titolari di trattamenti pensionistici superiori a tre volte il minimo Inps, l’assistenza necessaria per chiedere il ricalcolo della pensione, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale, che ha dichiarato l’incostituzionalità dell’articolo 24 del decreto legge numero 201 del 6 dicembre 2011, con cui era stato disposto il blocco della perequazione automatica ”, ha spiegato. “Il sit-in, invece, è solo il primo atto di una battaglia che porteremo avanti ”, ha affermato. “Una volta che il decreto legge sarà convertito avremo un quadro più chiaro della situazione e, in quel caso, la Fnp Cisl e la Cisl valuteranno la possibilità di promuovere i ricorsi in via giurisdizionale, fornendo l’assistenza necessaria per intraprendere l’azione legale, in modo del tutto gratuito. Ora cerchiamo di porre fine a un malessere che, da tempo, stiamo denunciando”. All’iniziativa, oltre a Dell’Isola, saranno presenti anche i segretari di categoria Gerardo Barrella (Spi-Cgil), e Nicola Salzano (Uilp-Uil). Previsti anche gli interventi dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maria Di Serio, Matteo Buono e Gerardo Pirone. La manifestazione si concluderà con la consegna al prefetto vicario di Salerno, Giovanni Cirillo, di un articolato documento sui punti nodali delle vertenze in corso ai vari livelli.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*