RACCOLTA DIFFERENZIATA, ECCO COSA BUTTANO I SALERNITANI NEL SACCO NERO –

Per ogni mille tonnellate di rifiuti differenziati in più, si potrebbero risparmiare circa 130mila euro ogni anno. E’ per questo, per far comprendere i benefici sulle tasche dei cittadini salernitani, che Salerno Pulita, la società che gestisce la raccolta differenziata nel comune di Salerno, ha organizzato oggi un’apertura pubblica delle buste di sacco nero. All’appuntamento sotto un condominio in via Irno esce di tutto: vetro, carta plastica ed anche un sacco di indifferenziato facilmente riconducibile ad un bar con il latte venduto per uso commerciale, bicchieri di plastica e sacchi di caffè. Salerno pulita ha

valutato che nel 2018 la città di Salerno ha prodotto 24.784 t di rifiuto secco indifferenziato pari a circa il 40% di tutti i rifiuti raccolti. In essi vi erano un ulteriore 20% di raccolta differenziata possibile cioè di materiale da inviare al riciclo. Il tour sulla spazzatura è poi proseguito nella zona orientale della città. In via Mauri gli operatori di Salerno Pulita hanno mostrato un trasloco di casa finito sul marciapiedi, con mobili e suppellettili varie lasciate in strada e rifiuti di ogni genere. Comportamenti più corretti consentirebbero a tutti un risparmio, ha evidenziato l’assessore alle politiche Ambientali del Comune di Salerno, Angelo Caramanno.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*