SORPRESO AL BAR MENTRE E’ AGLI ARRESTI DOMICILIARI, 47ENNE TORNA UIN CARCERE

Un 47enne pregiudicato di Polla è stato arrestato per evasione dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva. Era ai domiciliari ma se ne andava in giro per bar oltre che allo stadio.

L’uomo lo scorso febbraio era stato fermato per tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali in danno di due familiari pensionati suoi conviventi. Era stato colto in flagranza dai militari della Stazione locale. Che stavano pattugliando il centro cittadino quando erano stati allertati dalle urla provenienti da un’abitazione. Vi si erano precipitati sorprendendo l’uomo con un grosso pezzo di legno minacciare la madre 70enne e lo zio 75enne, allettato perché disabile e cieco al quale aveva anche tentato di staccare l’ago-cannula di una flebo dal braccio. Alla madre aveva estorto 100 euro per l’acquisto di bevande alcoliche. Era solo l’ultimo di una serie di episodi di violenza e lesioni subite, negli ultimi anni, dalle vittime per gli stessi futili motivi.

Già il giorno successivo ai fatti, pare, avesse nuovamente provato a estorcere denaro. E intanto senza alcuna autorizzazione del giudice, più volte è evaso dal domicilio per frequentare diversi bar del circondario e, il 14 agosto scorso, invece si era recato allo stadio di Polla per assistere al triangolare di calcio “Taranto FC-Rotonda-Castel San Giorgio”. Beccato dai militari, ora si trova nel carcere di Potenza.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*