RIFIUTI IN CAMPANIA, NON CI SARA’ EMERGENZA –

Fare il punto di quanto fatto nell’ambiente e di quanto si farà per fronteggiare lo stop di Acerra, dal 30 agosto al 12 ottobre. E’ stato l’obiettivo della conferenza stampa che il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha effettuato oggi a Napoli. “Il primo impianto di compostaggio partirà a fine 2019 ad Afragola, poi altri due abbastanza pronti per partire sono a Fisciano e Pontecagnano, stiamo completando le progettazioni, la richiesta di autorizzazioni ambientali, valutazioni di impatto ambientale, cose tipiche dell’Italia – ha spiegato – ma ormai il lavoro è partito, gruppo progettazione scelto, risorse ci sono, la

Regione investe 250 milioni di euro, ci stiamo dissanguando, ma sono assolutamente convinto che da qui a un anno e mezzo saremo assolutamente autonomi, e la cosa straordinaria è che avremo realizzato un modello di gestione ambientale compatibile del ciclo dei rifiuti che sarà modello nazionale”.De Luca ha ribadito la necessità di aprire sette siti di stoccaggio provvisorio e ricordato che la regione, grazie alla sinergia con l’istituto zooprofilattico di napoli è dotata di un sistema unico e preciso di monitoraggio sulle emissioni inquinanti ma anche sulla salute della popolazione residente con 20mila giovani censiti sotto questo profilo.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*