RISTORATORI TRA PAURE E POLEMICHE. “GOVERNO DI INCAPACI” –

Attesa, timori, sacrifici, sforzi e speranze non senza polemiche. Oggi riaprono al pubblico bar e ristoranti anche a Salerno. Questi ultimi senza limiti di orario a differenza di bar, vinerie, gelaterie che dovranno abbassare le saracinesche entro le 23. Si

può andare a pranzo o a cena, fare una colazione di lavoro rispettano distanze di almeno un metro, possibilmente prenotando e dopo uno screening all’interno del locale. Tra i gestori delle attività commerciali di ristorazione si respirano umori variegati. Perentorio Enzo Bove del “Non Ti Pago” che punta l’indice contro il Governo Conte. Simone Silvestri, proprietario di “Spunzillo” e del “Caffe degli Artisti”, come tanti è stato costretto a dimezzare i posti, ma garantisce gli stessi prezzi… E c’è invece chi come, Tonino Di Mauro proprietario del “Cerasella”, trova incoerente la chiusura alle 23 dei Bar.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*