SALERNITANA: CROCEVIA ENTELLA. ECCO DZICZEK

Stamattina il risveglio muscolare e la conta dei superstiti. Nel tardo pomeriggio di oggi la gara con l’Entella che è già uno spartiacque. Tra quello che potrebbe essere la Salernitana e quello che sarà. Tutto è in discussione. Il modulo, gli uomini ed anche le posizioni in campo. In casa granata il comune denominatore è l’emergenza per una rosa ridotta all’osso da infortuni e defezioni di vario genere che hanno contribuito ad un momento poco felice in termini di risultati e di gioco. Granata all’asciutto di vittorie da oltre un mese, con due striminziti punticini racimolati nelle ultime quattro partite ed un successo che manca all’Arechi addirittura dalla prima di campionato (con il Pescara). Da allora, quello che una volta era considerato un bunker casalingo si è trasformato in una passeggiata per gli avversari. Oggi la compagnia di Ventura ci riprova. Salernitana ed Entella viaggiano a braccetto in classifica (15 punti a testa), ma gli umori sono diametralmente opposti. Gli ospiti sono reduci dal successo interno con il Cosenza che ha restituito fiducia all’ambiente ligure dopo una serie di alti e bassi. In casa granata, invece, si è reduci dalla figuraccia di Pisa e dalle ultime due partite casalinghe in cui la vittoria è sfumata sempre sul filo di lana ed anche oltre. A tal punto da scatenare qualche nervosismo complici anche le dichiarazioni al vetriolo di Lotito.

Ventura oltre ai sei infortuni (Giannetti, Billong, Heurtaux, Firenze, Cicerelli e Mantovani) dovrà gestire pure tanti acciaccati che stanno tirando la carretta ed a cui il tecnico potrebbe chiedere ancora un sacrificio. In difesa i giochi sono fatti soltanto perché non ci sono alternative. Davanti a Micai, infatti, agiranno Karo, Miglirini e l’acciaccato Jaroszynski. In mediana, invece, potrebbe essere finalmente arrivato il momento di Dziczek. Il polacco potrebbe piazzarsi in cabina di regia, dirottando Di Tacchio mezzala sinistra. Dalla parte opposta probabile il ritorno dal primo minuto di Akpa Akpro. Sugli esterni, invece, Lombardi e Kiyine. Quest’ultimo torna nella sua posizione tradizionale anche per fare rifiatare un tantino Lopez. Scelte obbligate anche in attacco dove Djuric e Jallow al momento non hanno concorrenza. Probabile un inserimento ed un maggiore minutaggio per il giovane Gondo, autore di un’ottima prestazione in quel di Pisa.

Partita speciale contro l’Entella per Ventura che affronta il suo passato remoto. La Salernitana, invece, deve provare ad invertire il trend negativo che la vede all’asciutto di vittorie dall’Arechi dalla gara d’esordio con il Pescare nel principe degli stadi. Era il 24 agosto scorso…

 

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*