SALERNITANA, LA BEFANA NON PASSA PIU’ DALL’ARECHI

La stella cometa ha sorvolato l’Arechi, ma, almeno per ora, non ha portato in dote regali alla Salernitana. Il mercato, sebbene sia ufficialmente iniziato da qualche giorno, non è ancora entrato nel vivo. Si attende il ritorno di Lotito da Cortina anche per ratificare l’accordo per il prolungamento del contratto di Odjer e già questo rende l’idea di un approccio tutt’altro che infuocato e deciso al mercato che resta anche per la Salernitana una occasione da sfruttare. La classifica dei granata sarebbe stata anche migliore se solo non fossero sfumate in pieno recupero due vittorie già acquisite, contro Frosinone e Perugia: quattro punti persi anche per la errata lettura di Ventura che volle dare minuti e fiducia a Cerci, spaesato e a corto di fiato, autentico corpo estraneo, incapace anche solo di tenere palla per far passare il tempo. Proprio per questo, una società ambiziosa e determinata dovrebbe avere la voglia di riprendersi ciò che sul campo si è perso, colmando le lacune e correggendo gli errori estivi, riservandosi, magari sul finire del mercato, il colpo da novanta. Ventura ha chiesto cose semplici: un difensore ed un centrocampista. E’ nelle retrovie e nel cuore del gioco che la Salernitana ha bisogno di forze fresche, che apportino qualità, personalità, esperienza. In attacco servono i gol, è vero, ma è anche vero che se si costruisce da dietro con più pulizia e qualità, anche attaccanti di media caratura possono brillare, fermo restando che almeno un altro innesto in grado di garantire più incisività sotto porta non guasterebbe. La Befana, però, da un po’ di tempo non è granata perchè difficilmente nel recente passato la Salernitana ha piazzato colpi ad effetto appena si è aperta la finestra invernale del mercato. Per la verità, lo scorso anno, tanto per non andare troppo indietro con la memoria, solo in extremis furono ingaggiati Lopez e Calaiò. Il primo, ora, è in lista di sbarco, visto che è in arrivo Curcio dal Brescia. Il secondo, invece, è passato ad altro incarico dallo scorso settembre. Il mercato di questo inizio di 2020 racconta di un Benevento deciso a regalare ad Inzaghi un altro bomber, Moncini, di un Empoli ad un passo da Tutino, ambitissimo in B, e di altre squadre alla ricerca di rinforzi. La Salernitana, per ora, resta in attesa. Non della Befana, che ormai è già volata via.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*