SALERNITANA: OCCHIO AI COLPI DI… CODA

Il campo ed il mercato: mai come in questa anomala estate 2020 saranno due temi caldissimi e, soprattutto, intrecciati. Si giocherà, ma, al tempo stesso, si dovranno gettare le basi per la stagione successiva che partirà dopo poche settimane dalla conclusione di quella che riprenderà a giorni. Sul campo la Salernitana lavora per farsi trovare pronta per la ripartenza, fissata nel terzo fine settimana di giugno in occasione della gara interna col Pisa. Dieci gare da giocare, tre turni infrasettimanali e l’obbligo di rispettare alla lettera il rigido protocollo concordato col Governo per arrivare al primo agosto e non andare in ferie: sì, perchè quella sarà la data di chiusura della stagione regolare, ma per Ventura ed il suo gruppo non dovrà coincidere con la conclusione dell’attività. La Salernitana, oggi settima, deve e può puntare ad un posto nei playoff per regalarsi un mese di agosto da protagonista. Ufficiale l’introduzione delle cinque sostituzioni, si attende ora di capire se sarà possibile riaprire parzialmente gli stadi al pubblico. La ripresa del campionato non scalda gli ultras di tutta Italia e nemmeno quelli granata, impegnati in ambito sociale durante la fase dell’emergenza ed ora pronti a rendere omaggio ai tifosi scomparsi in occasione di una celebrazione al Duomo, fissata per il 19 giugno, data del compleanno della Salernitana, il primo dopo il centenario. Al tempo stesso, però, la società deve guardare anche al futuro che passa dalla conferma di Ventura, pronto a restare ma a condizione che si punti sempre più in alto. Il mercato è già cominciato. Dai possibili rinnovi di Mantovani ed Heurtaux, alle attenzioni rivolte al terzino sinistro del Cesena, Valeri, ed al regista del Crotone, Barberis, ma anche alla corte, per ora solo accennata, a Massimo Coda, in scadenza col Benevento. L’attaccante di Cava de’ Tirreni a gennaio era stato ad un passo dal Monza, pronto ad offrirgli un ricco triennale. Il covid ha rallentato la trattativa ed abbassato le cifre del possibile accordo, ma, soprattutto, pare aver spinto Coda a valutare la possibilità di non allontanarsi troppo da casa. E proprio sulla volontà del calciatore di restare il più vicino possibile alla sua famiglia fa leva la Salernitana, disposta ad offrirgli un biennale con un fisso molto distante dalle cifre prospettate a Coda nei mesi scorsi dal Monza, interessato anche a Barberis, ma con la previsione di bonus e di un rinnovo per un’altra stagione. Per la prossima stagione il club granata è a caccia di un altro portiere da affiancare a Micai e proverà a trattenere Jaroszinskj, in prestito dal Genoa. Da valutare la posizione di Capezzi e quelle dei calciatori targati Lazio. Dziczek, Karo, Kiyine e Lombardi sono gli osservati speciali del club biancoceleste. Il polacco ed il marocchino sono quasi sicuri di tornare alla casa madre. Cicerelli e Maistro dovrebbero restare in granata, da valutare Gondo. Sicura la partenza di Jallow, mentre si lavora al rinnovo di Akpa Akpro.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*