SUMMIT A ROMA: LOTITO DETTA LE REGOLE. VENTURA IN POLE

Oggi si decide il destino della Salernitana. Previsto un summit tra Lotito, Mezzaroma e Fabiani a Roma. La triade si incontrerà oggi a Villa San Sebastiano, quartier generale di Lotito nella capitale, per squadrare il foglio e far ripartire la macchina granata. E’ tempo di investiture ufficiali che potrebbero arrivare in nottata o al massimo nella giornata di domani. Investiture, intendiamoci. Al plurale – Menichini compreso – ma non sono esclusi colpi di scena. Cognomi di altri allenatori non ne sono stati fatti ufficialmente, perché è tutto nelle mani dei co-patron e Menichini ha il contratto rinnovato. Alla fine l’ultima parola toccherà come sempre a Lotito. Non sono esclusi colpi ad effetto. La rubrica telefonica dell’imperatore Claudio, infatti, potrebbe essere aperta stasera, se anche a Villa San Sebastiano le “valutazioni” di cui parlava Mezzaroma pochi giorni or sono fossero riferite anche (o soltanto?) alla guida tecnica. In tal caso, tornerebbero in auge i profili di Iachini, De Biasi, Longo, Baroni e Stellone. In pole position, però, resta Giampiero Ventura. L’ex tecnico della nazionale Italiana è la prima scelta di Fabiani. Qualsiasi sia lo scenario, la Salernitana dovrà ripartire e l’investitura ufficiale è necessaria, altrimenti i dubbi aumenterebbero e non solo a Salerno. In tanti aspettano segnali da parte della proprietà capitolina. I tempi di Lotito, però, ma anche dello stesso Mezzaroma sono i soliti. L’imperatore Claudio ieri era impegnato in Consiglio di Lega. Mezzaroma è in pausa di riflessione. Fabiani intanto continua a lavorare in ottica futura, evidentemente avendo di fatto ricevuto il rinnovo in pectore dalla proprietà. Il diggì ieri è stato a Rieti «per parlare – ha detto – di mercato». Fabiani si è fiondato su Maistro che era stato già opzionato da tempo dal club granata e sui cui aveva fatto più di un pensierino qualche altro club cadetto. Occhio anche ai pezzi pregiati del Foggia che con la mancata iscrizione perde, tra gli altri, Gerbo e Kragl, quest’ultimo però ad un passo dal Parma. L’unica certezza è il ritiro e il resto va decifrato. Anche lo stesso triangolare tra Salernitana, Bari e Reggina ad esempio, annunciato dal co-patron per mercoledì 31 luglio, è slittato di un giorno. La manifestazione dedicata alla memoria del compianto Carmine Rinaldi, alias il Siberiano, si disputerà all’Arechi giovedì primo agosto.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*