UN PATRIMONIO IMMOBILIARE A RISCHIO SISMICO –

Terremoto 38 anni dopo, l’occasione giusta per fare anche il punto sullo stato degli immobili tenuto conto che la Regione campania è considerata a fiorte rischio sismici. Qualche numero aiuita a meglio comprendere la situazione. Solo nella provincia di Salerno esistono circa 210mila edifici ad uso abitativo e di questi il 60% è stato edificato prima del 1976, prima cioè dell’entrata in vigore della prima normativa antisismica che prevede tutta una serie di accorgimenti tecnici da mettere in campo nella costruzione delle case proprio per far fronte ad un eventuale sisma. Questi numeri lasciano chiaramente

 

intendere che il patrimonio immobiliare della provincia sia decisamente datato e a rischio essendo per gran parte stato edificato prima dell’entrata in vigore della normativa ad hoc. Volendo adeguare il patrimonio immobiliare residenziale alle normative vigenti in materia e scongiurare seri pericoli occorrerebbero, secondo una stima realizzata dai tecnici del settore, due miliardi e mezzo di euro solo per gli immobili in provincia di Salerno, una cifra ritenuta completamente fuori portata. Le criticità maggiori manco a farlo apposta riguardano il mondo dell’edilizia scolastica dove il problema è di stringente attualità. In Italia, come evidenziato dall’ultimo rapporto di Legambiente oltre il 40% delle scuole presenti nelle zone sismiche della Campania sono state edificate prima del 1976, anno dell’entrata in vigore della normativa antisismica, ragion per cui è necessario monitorare con attenzione la situazione. Nonostante negli ultimi anni sia molto cresciuta a livello governativo l’attenzione sulla questione e si siano moltiplicate le risorse e le iniziative per l’adeguamento alla normativa antisismica, sono ancora molte, troppe, le azioni da intraprendere per garantire la sicurezza di docenti e studenti. Sotto quest’aspettp non appare sufficiente il Decreto n. 997 approvato dalla Regione Campania, un Piano Triennale dell’Edilizia Scolastica per la concessione dei finanziamenti basti pensare che la Provincia di Salerno ha presentato appena 3 istanze, di cui soltanto 2 ritenute ammissibili in base ai criteri stabiliti.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Marcello Festa

5620 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO