WEEK END PASQUALE: 10 MILIONI DI ITALIANI IN VIAGGIO

Quasi 10 milioni di italiani sono già partiti o si stanno mettendo in viaggio in vista della Pasqua 2017, con un incremento del 2,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A rendere più difficile oggi la situazione del traffico, c’è stata la protesta di circa duecento portuali di Gioia Tauro, in sciopero contro in tagli decisi dalla Mct, che hanno occupato l’autostrada Salerno – Reggio Calabria, in entrambi i sensi di marcia. Tra gli italiani in partenza, il 93% sceglierà di rimanere in Italia mentre il restante 7% opterà per una località estera. Le previsioni di Federalberghi – la quale stima che sia in crescita anche il giro d’affari, che si attesta a quota 3,34 miliardi di euro (+3,6%) – sono in linea con una indagine di Confesercenti, secondo la quale la Pasqua in arrivo fa registrare una crescita per il turismo stimata del +1,2% dei pernottamenti. Le aspettative si attestano al +2,8% di pernottamenti di turisti stranieri, mentre il flusso degli italiani è stimato in calo dello 0,5%. Intanto in questi giorni è già forte l’afflusso di viaggiatori negli aeroporti: secondo Aeroporti di Roma saranno circa 700 mila i passeggeri in transito all’aeroporto di Fiumicino in occasione dell’esodo pasquale. La maggior parte dei viaggiatori si muoverà su destinazioni europee; tra le mete preferite la Spagna, la Svizzera e il Regno Unito. Da nord a sud il traffico sulle strade è massiccio già da queste ore: un forte afflusso di vacanzieri dall’Europa settentrionale ha provocato oggi code e rallentamenti sull’autostrada del Brennero. Oltre ad oggi, Anas prevede traffico particolarmente intenso nella giornata di martedì 18 aprile per gli ultimi rientri. Nella mattinata di lunedì 17 aprile è invece atteso traffico intenso ma prevalentemente di breve percorrenza mentre, nel tardo pomeriggio, cominceranno i primi rientri. I mezzi pesanti non possono circolare su strade e autostrade oggi, dalle ore 14 alle ore 22; domani dalle ore 9 alle ore 16; domenica 16 e lunedì 17 aprile dalle 9 alle 22. Ottime le previsioni per chi gestisce un agriturismo: secondo una stima di Turismo Verde, la crescita per le aziende agrituristiche potrebbe superare anche il 10% e a trascinare l’incremento sarà soprattutto il ramo ristorazione: sugli oltre 300 mila ospiti attesi in campagna, la maggior parte sono buongustai. La tavola di Pasqua, però, sarà più cara per gli italiani che tra alimenti, bevande e dolci, spenderanno il 4,5% in più rispetto allo scorso anno, per un totale di 1,1 miliardo di euro, secondo il Codacons, in base al tradizionale monitoraggio dei consumi pasquali.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*