ATLETA SALERNITANO MUORE DOPO GARA DI NUOTO

Dramma nelle acque del lago di Scanno, in provincia di L’Aquila. Un atleta partecipante al campionato di nuoto master in acque libere, è morto appena terminata la gara. E’ stato un attimo, tra i primi sintomi del malore e i soccorsi. L’uomo, Roberto D’Auria di 55 anni, originario di Salerno e residente a Roma è annegato malgrado i disperati tentativi di rianimazione.

Il campionato prevedeva la gara di mezzofondo di 3 km. L’uomo (della società ZeroNove di Roma) era appena arrivato al traguardo della gara quando si è sentito male in acqua. Secondo le prime testimoninanze, il corpo è andato a fondo, è stato ripreso e portato in qualche modo a riva dove sono iniziate le operazioni di soccorso. L’ambulanza di Scanno l’ha trasportato ad Anversa, dove nel frattempo è arrivato da Sulmona il mezzo del 118. Quindi la corsa verso l’ospedale di Sulmona, dove però è arrivato morto.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*