MALTEMPO, IMPEGNO BIPARTISAN PER LO STATO DI CALAMITA’

La tromba d’aria di Salerno, ma oggi anche i danni che hanno messo in ginocchio l’agro nocerino-sarnese, da Sarno a Nocera Inferiore. Impegno bipartisan sulla questione con due parlamentari salernitani, Piero De Luca del Pd e Gigi Casciello di Forza Italia, che si sono già impegnati a presentare la richiesta dello stato di calamità a seguito degli ingenti danni provocati dalla tromba d’aria che ha colpito la città di Salerno. “Occorre un programma urgente di reale pulizia dei canaloni e delle vasche di raccolta, ed è necessario un piano integrato di riassetto idrogeologico per le aree di Sarno e zone circostanti” ha scritto in una nota l’onorevole Gigi Casciello.
Ma quanto accaduto ieri ha scatenato anche la dura reazione del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, che ha inteso rispedire al mittente le accuse di mancata manutenzione del suo comune, dopo la straripamento del fiume Sarno nel suo territorio. “Il comune – ha detto Torquato – ha fatto quanto era nella sue possibilità, ma attendiamo da anni che gli Enti, dal genio Civile all’autorità di bacino, eseguano interventi di manutenzione alla rete fognaria”.
Una situazione drammatica viene denunciata anche da Giuseppe Gagliano per la costiera amalfitana dopo uno smottamento registrato ieri tra Positano e Praiano, conseguenza degli incendi dell’estate. “In una destinazione turistica che si rispetti, certi avvenimenti andrebbero preventui – ha detto Gagliano – non è il tempo di giocare con le parole, servono i fatti”. La Campania si conferma una regione dai piedi d’argilla per Legambiente. Maria teresa Imparato presidente regionale dell’associazione ambientalista chiede un cambio di strategia e di velocità rispetto agli interventi di messa in sicurezza dei territori.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*