MEDIAZIONE, LA STRADA VERSO UNA GIUSTIZIA SOSTENIBILE –

La mediazione è la strada attraverso la quale si può arrivare ad una giustizia sostenibile tempi brevi e certi per l’istituto al centro di ieri della quarta giornata nazionale che si è svolta al Grand Hotel Salerno ed è stata organizzata da Concilia Lex Spa, organismo di mediazione fondato dall’avvocato Gennaro Cavallaro ed attivo con oltre 50 sedi su tutto il territorio nazionale. All’evento, patrocinato da Regione Campania, Comune di Salerno, Confindustria Salerno, Ordine degli Avvocati di Salerno ed Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Salerno, hanno partecipato oltre 200 tra avvocati, mediatori, professionisti e stakeholder della mediazione. Obiettivo dell’evento, divenuto ormai l’appuntamento più importante nel

panorama nazionale, è diffondere la cultura della mediazione e analizzare prospettive e scenari dell’istituto, anche nell’ottica della riforma del processo civile.
“I dati sulla mediazione sono incoraggianti. Dal confronto tra magistrati, avvocati, mediatori e commercialisti emerge la necessità di un rafforzamento dell’istituto della mediazione civile e commerciale per una giustizia sostenibile ed una burocrazia più efficiente”. A parlare è stata Elisa Di Martino, referente nazionale della Concilia Lex Spa, che ha sottolineato il contributo della mediazione nella risoluzione amichevole dei conflitti: “Una mediazione su due sfocia in un positivo accordo tra le parti se entrambe accettano di sedersi attorno al tavolo della mediazione ed impegnarsi a trovare una soluzione con il supporto del mediatore”.
Al centro del dibattitto della IV Giornata Nazionale, anche la nuova riforma del processo civile, che potrebbe interessare anche l’istituto della mediazione.
“Se ne parla già da qualche mese – come ha ribadito la dottoressa Di Martino -. Da operatori del settore siamo in attesa di conoscere gli orientamenti della riforma, con l’auspicio che la mediazione non venga ridimensionata ma che, anzi, possa interessare anche altri aspetti della materia civile e commerciale. Eventi come questo hanno anche il compito di raccogliere le istanze della mediazione e presentarle al governo e alle istituzioni, con l’obiettivo di promuovere l’idea di una giustizia più sostenibile per i cittadini”.
L’evento è stato moderato dall’avvocato Giampaolo Di Marco, tra i più formatori più esperti nell’ambito della mediazione. Hanno offerto il loro contributo in qualità di relatori prof. Marco Marinaro, docente di mediazione dei conflitti presso l’Università di Firenze, la prof. Paola Lucarelli, docente presso l’Università di Firenze, la dott.ssa Marilena Rizzo, Presidente del Tribunale di Firenze, e il dott. Fabrizio Pasquale, Giudice del Tribunale di Vasto.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*