NAPOLI-SALERNO: LA PROTESTA DEI PENDOLARI

Riaperta la linea ferroviaria Napoli – Salerno, che tocca anche le zone dell’agro nocerino, di Cava de’ Tirreni e di Vietri sul Mare, ma è già polemica sui nuovi orari che andranno in vigore da metà settembre.

Gli interventi di manutenzione, partiti lo scorso 30 luglio, hanno visto l’impermeabilizzazione ed il consolidamento di tre ponti nei pressi della fermata di Salerno Duomo, la demolizione di due cavalcavia pedonali ed una serie di piccole e medie operazioni, per un ammontare di circa 5 milioni di euro.

Se da un lato i numerosi pendolari presenti sul territorio salernitano potranno usufruire nuovamente dei convogli che transitano sulla strada ferrata messa in sicurezza dalla Rete Ferroviaria Italiana, che ha ultimato i lavori di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura, dall’altro si è già registrato un malcontento generale relativo agli orari delle corse, non funzionali – a detta di molti – per studenti e lavoratori, a causa di partenze posticipate che provocherebbero non pochi disagi alla popolazione.

Orari più flessibili alle esigenze della cittadinanza, maggiore controllo per non incappare in spiacevoli deficit dei servizi, queste le richieste dei pendolari.

Intanto, l’ex primo cittadino di Cava de’ Tirreni, Marco Galdi, pone l’attenzione sulla biglietteria della stazione ancora chiusa mediante un’apposita interrogazione presentata in consiglio.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*