NUOVO RAID DI “STRISCIA” NELLA SANITA’ SALERNITANA –

La sanità salernitana ancora una volta nel mirino dell’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete. E’ la seconda volta che capita nel giro di pochi mesi. Non è propriamente il massimo per l’immagine della provincia dio Salerno e, in generale, per la Campania attesi anche gli sforzi – per il momento non ancora concretizzatesi in fatti – della nuova governance guidata da Vincenzo De Luca che, appunto, del riordino del servizio sanitario ne vuol fare un segno distintivo del suo Governo. Questa volta, a finire sotto l’occhio dell’inviato del tg satirico di Canale 5 sono stati 12 ospedali della provincia di Salerno dove pare sia quasi impossibile prenotare un’ecografia addominale. L’attrice di Striscia, protagonista del servizio, ha girato dall’Agro Nocerino Sarnese fino a Roccadaspide per prenotare l’esame. Agli ospedali di Nocera Inferiore, Cava de’ Tirreni, Scafati, Sarno, Pagani, Mercato San Severino, Battipaglia, Eboli e Vallo della Lucania non ci sono state possibilità mentre a Salerno era possibile effettuare la prenotazione ma solo per esami a pagamento. Ad Agropoli, invece, l’attrice ha scoperto l’assenza di tutto il reparto, ma è cosa – questa nota da tempo e non certamente una scoperta di Striscia. L’unico barlume di luce è stato l’ospedale di Roccadaspide dove si diceva che era possibile prenotare l’esame per l’11 dicembre. Ma rivediamo il reportage di Luca Abete…

https://vimeo.com/147938922

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*