RINFORZI FATTI IN CASA: SI RIVEDE PERTICONE

Il primo rinforzo in difesa è Romano Perticone. In attesa di buone nuove dal mercato e per colmare l’emergenza nel pacchetto arretrato l’ex Cesena è stato reintegrato dopo essersi allenato fin dall’inizio della nuova stagione a parte, insieme agli altri esuberi della rosa. Perticone da ieri ha ripreso ad allenarsi con la squadra e Ventura potrebbe convocarlo, nonostante la mancanza di ritmo partita, già per la gara di sabato sera a Cosenza così da avere, almeno, un difensore in più in panchina dal momento che Billong è ancora in forse e Mantovani non riprenderà ad allenarsi prima di alcune settimane. Karo, Migliorini e Jaroszjnski avevano solo Carillo come possibile sostituto in occasione del debutto col Pescara e così la società ha deciso di rispolverare Perticone che ha un altro anno di contratto e che non aveva ancora trovato una squadra in grado di soddisfare le sue richieste.

Dopo aver saltato il ritiro precampionato, l’ex di Cesena e Trapani dovrà, ora, mettersi al passo con i compagni per poter eventualmente dare il suo contributo a gara in corso, qualora ce ne fosse bisogno. Un difensore reintegrato ed uno che arriverà dal mercato. Ventura ne aveva chiesti due, lasciando intendere che non avrebbe chiuso la porta ad innesti di un certo spessore. Servirebbe un mancino per avere un’alternativa a Jaroszjnski, visto che sul centro- destra ci sono Karo, l’infortunato Mantovani ed il reintegrato Perticone. Difficilmente il rinforzo arriverà da Frosinone visto che su Capuano si è fiondato il Benevento, pronto a rilanciare per assicurarsi il mancino pescarese. La Salernitana continua ad aspettare una risposta dal Parma per Dermaku che non è un sinistro naturale così come Hertaux, che è svincolato.

Capitolo cessioni. Per Signorelli, che sta trattando il ritorno al Voluntari, potrebbe riaprirsi anche la pista Triestina. Altobelli piace all’Alessandria ed all’Entella, mentre per Rosina non si registrano novità. In attacco eventuali entrate sono strettamente collegate alle uscite, ma, al momento, non ci sono le condizioni visto che Calaiò e Djuric hanno respinto le avances di Catanzaro e Padova.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*