SALERNITANA: CON IL CHIEVO IPOTESI TURNOVER

Sarà per il calendario che si infittisce, sarà perché i punti cominciano a valere doppio, ma a partire dalla trasferta di Verona, sponda Chievo, la Salernitana potrebbe affidarsi ad un chirurgico turnover. Quattro partite nel giro di poco più di due settimane impongono a Ventura valutazioni attente e, magari, anche un occhio alla situazione disciplinare di alcuni calciatori. Lopez è squalificato e salterà la trasferta del Bentegodi; Akpa Akpro, Lombardi e Jallow sono in diffida.

Dalla gara di lunedì sera a quella col Venezia, in calendario il tre marzo all’Arechi, la Salernitana dovrà affrontare due formazioni in lotta per play off e zone nobili della graduatoria (il Chievo appunto e il Frosinone allo Stirpe), e due pericolanti, Livorno e Venezia. Come sempre saranno determinanti le motivazioni.

La Salernitana è riuscita a tenere il passo delle grandi del campionato e lunedì sera dovrà dare un altro segnale di maturità contro una squadra che è retrocessa dalla massima serie, che sta procedendo a strappi e che proprio per questo nello scontro diretto proverà a recuperare i punti persi per strada anche nelle ultime giornate. Essere al top della condizione sarà fondamentale e scendere in campo a distanza di sette giorni esatti dalla faticosissima gara col Trapani di Castori permetterà al gruppo granata di recuperare molte energie. Tuttavia per alcuni elementi la spia della riserva s’è accesa in maniera preoccupante contro il Trapani. Lombardi, peraltro in diffida, ha chiuso le ultime tre gare con i crampi, lo stesso è accaduto a Cicerelli nel match contro i siciliani. Entrambi sono comunque a disposizione.

Uno dei due, però, potrebbe partire dalla panchina e tutti gli indizi portano a Lombardi. Nel 3-5-2 con cui la Salernitana si presenterà anche al Bentegodi Cicerelli potrebbe fungere da esterno destro con uno tra Kiyine – favorito – e Curcio a sinistra. Le certezze sono rappresentate dalla difesa, reparto che dovrebbe essere confermato in blocco. In mediana, invece, c’è da sciogliere il nodo relativo ad Akpa Apro, elemento imprescindibile nella zona nevralgica, ma pur sempre da gestire con grande cautela alla luce dei tanti infortuni subiti in carriera. In una gara importante, quale sarà quella del Bentegodi, di certo il tecnico granata non rinuncerà a cuor leggero al calciatore che sta offrendo il rendimento più elevato tra tutti i centrocampisti a disposizione. Capezzi e Di Tacchio, ad ogni buon conto, si tengono pronti. Uno dei due potrebbe giocare nel caso in cui Ventura decidesse di cambiare almeno una pedina nella cerniera di centrocampo. In attacco Giannetti prova a incalzare Gondo accanto a Djuric. Il club granata ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa di Francesco Florimonte, figura di primo piano del mondo dirigenziale salernitano e non solo, già presidente del Comitato Regionale della Figc Campania e consigliere federale, ma anche dirigente del club granata, di cui fu anche responsabile del settore giovanile.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*