VENTURA RITROVA IL REGISTA MA PERDE LA FRECCIA

Non ci sarà Cristiano Lombardi nel rush finale del campionato. L’esterno d’attacco laziale s’è nuovamente infortunato a Crotone e salterà le ultime gare della stagione. Persa la freccia, Ventura ritrova il cervello del centrocampo. Dopo aver saltato per squalifica la gara con l’Ascoli e per infortunio le sfide con Cittadella e Crotone, Patryck Dziczek è pronto a fare il suo ritorno in squadra. Un recupero importante sia per questioni tattiche sia per ampliare le rotazioni a centrocampo, reparto in cui Di Tacchio ed Akpa Akpro hanno fatto gli straordinari. Per la gara con l’Empoli il centrocampista polacco dovrebbe tornare titolare, mentre uno dei due stakanovisti della mediana tirerà il fiato. A sinistra dovrebbe giocare Lopez in seguito alla squalifica di Curcio, ma tutto dipenderà dal modulo che Ventura deciderà di adottare. Nel 3-5-2 ci potrebbe essere l’impiego a sinistra di Kiyine con la conferma di Maistro in mezzo ed il varo della coppia Gondo- Djuric dall’inizio in prima linea. L’opzione 4-2-3-1 resta più che valida ed allora a sinistra potrebbe giocare Lopez con Jaroszinski accanto a Migliorini e Karo a destra per coprire le spalle a Cicerelli, che potrebbe partire da posizione più avanzata per sopperire alla defezione di Lombardi. Il dato di fondo, che non può che confortare, è che Ventura sia riuscito a portare la squadra in prossimità del rush finale non solo in buona posizione di classifica ma anche con più conoscenze tattiche, tanto che ora il tecnico può pensare di adottare più di un modulo e di spostare le pedine a seconda dello stesso. Quella di venerdì sera sarà la più importante delle tre partite che restano: in caso di vittoria, infatti, la Salernitana toccherebbe quota 54 punti in classifica, mettendo più di un piede nei playoff, anche alla luce del fatto che l’Empoli scivolerebbe a meno sei con gli scontri diretti a sfavore, e potendo ancora coltivare la speranza di guadagnare almeno un posto nella griglia degli spareggi. Tutto giusto, in teoria, ma prima c’è la pratica ed il campo. Con l’Empoli bisognerà giocare con lo spirito giusto e senza fare troppi calcoli.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*